Revocati i domiciliari a Mauro Marcelli, rimane obbligo di dimora

Mauro Marcelli

Revocate le misure cautelari nell’ambito dell’inchiesta “Accoglienza” della Procura di Massa anche a Mauro Marcelli, dirigente dello Sportello Suap per la Lunigiana. Rimane l’obbligo di dimora nel comune di Aulla dove risiede.


La richiesta di Marcelli, anche lui come Rosanna Vallelonga rappresentato dall’avvocato Gianpaolo Carabelli, è stata accolta dal Tribunale del Riesame di Genova. Marcelli era agli arresti domiciliari dal dicembre scorso, mese in cui scattarono le misure preventive a carico degli imputati.

Coinvolto nell’inchiesta secondo la Procura avrebbe concesso le autorizzazioni per aumentare gli ospiti di un struttura di accoglienza e inoltre avrebbe avvisato i vertici Serinper in caso di controlli e omesso una sanzione amministrativa


Si tratta – come per tutti gli imputati – della fase cautelativa del procedimento, le accuse saranno presentate e dibattute nel corso del processo una volta che giungerà il rinvio a giudizio.

Total
3
Shares
Lascia un commento
Related Posts
Total
3
Share

Aiutaci a mantenere libero e gratuito questo giornale.
Una persona informata contribuisce a migliorare il mondo!