giovedì 6 Ottobre 2022

Inaugurato domenica l’ampliamento del canile di Groppoli di Mulazzo

Un giorno speciale quello di domenica 19 dicembre presso il canile comprensoriale di Groppoli di Mulazzo, con il taglio del nastro di 18 nuovi box dedicati al rifugio per animali abbandonati, ma anche con tanti altri interventi per un totale di 220mila euro investiti nella struttura, di cui 110mila provenienti dalla cassa dell’Unione di Comuni e gli altri dalla Regione Toscana.

Un ampliamento dovuto, essendo il canile unico per tutta la Lunigiana e numerosi i randagi che ancora vengono lasciati per strada. Il progetto ha previsto anche un’aggiunta di 9 box destinati alla pensione per animali, la realizzazione di una nuova area dedicata alla toilettatura dei cani, un’area verde e due aree dedicate allo sgambamento, il rifacimento della platea e del capannone, la piantumazione degli alberi per restituire un luogo ancora più accogliente ad animali, volontari e futuri padroni. Nuovi anche gli scarichi delle fognature, necessari per completare l’opera.


“Un passo di civiltà perché tanto più un paese è civile e tanto più si prende cura dei propri animali e di quelli in difficoltà, grazie al canile hanno speranza di vita e di adozione – ha commentato l’assessore con delega al Canile Filippo Bellesi – Dopo lunghe trattative con la Regione Toscana siamo riusciti a ottenere un importante sostegno per la realizzazione di questa nuova area. Il nostro canile è l’unico di tutta la provincia di Massa-Carrara ed è un’eccellenza. Ringrazio per questo l’ing. Barbara Belloni che di è occupata della realizzazione del progetto, il veterinario della Asl Armando Tognoni e la dottoressa Francesca Pocai, Stefania, Michela e tutti i collaboratori e volontari che rendono questo posto realtà. Un ringraziamento anche al dirigente Annibale Piccioli dell’Unione di Comuni con il quale ho lavorato a stretto contatto e con i sindaci tutti che hanno collaborato per raggiungere questo importante obiettivo.”

“Sono felice che la politica dia risposte concrete come questa – ha concluso il Presidente dell’Unione di Comuni Roberto Valettini – Quando si dà compimento a un progetto non si può che essere felici. L’Unione di Comuni ha dimostrato di esserci, di non essere un carrozzone come viene definito da qualcuno. In provincia siamo l’unica realtà di pregio, anzi, la siamo in tutta la Toscana e di questo dobbiamo essere davvero soddisfatti. Ringrazio gli uffici, gli architetti, i veterinari e i colleghi sindaci perché hanno creduto nel progetto e lo hanno seguito con unanimità di intenti che è la forza del volontariato da una parte, e quella della buona politica dall’altra. C’è una politica fatta di impegno, serietà, coerenza e voglia di risolvere problemi e l’Unione guarda a tutto questo e lo dimostrano i risultati.”

Ultime notizie

Geotermia, la Toscana punta al raddoppio. Monni: “Governo, basta incertezze”

La Toscana punta al raddoppio della potenza geotermica in tempi brevi. A Earth, fiera dell’innovazione tecnologica in campo ambientale, l’assessora regionale all’ambiente Monia Monni...

Mostra e Convegno  “I funghi del castagneto”

L’autunno si sa, è stagione ricca per il Comune di Pontremoli e per tutto il territorio in cui questo è inserito. Funghi, castagne, cromature...

Tpl, Baccelli scrive ad Autolinee: “Troppi disservizi, necessari chiarimenti”

Oltre 1000 reclami giunti al Numero Verde regionale, il triplo di quelli pervenuti nello stesso periodo l’anno scorso. Oltre il 40% di questi riguarda...
it_ITItalian