venerdì 12 Luglio 2024

Baccelli rassicura gli studenti lunigianesi pendolari: “Puntiamo sui bus sostitutivi e su un monitoraggio costante”

Chiamato in causa dal sindaco di Tresana, l’assessore regionale a infrastrutture e trasporti, Stefano Baccelli, chiarisce cosa ha fatto e cosa sta facendo la Regione per ridurre al minimo i disagi.

“Nell’incontro del 3 agosto scorso – esordisce l’assessore Baccelli – abbiamo informato i Comuni interessati della necessità di prolungare almeno fino al 31 dicembre prossimo l’interruzione da Piazza al Serchio a Castelnuovo Garfagnana per i lavori straordinari resi necessari per il consolidamento del ponte sul Rio Cavo. La richiesta dei comuni è stata accolta e sono state inserite 4 coppie di treni risultanti dal lavoro congiunto fra gli Uffici regionali e i Gestori.

I sistemi informativi e di vendita di Trenitalia sono già aggiornati con questi servizi. L’organizzazione di questi treni è molto complessa e condizionata, richiede più invii a vuoto fra Pisa e Aulla Lunigiana nella giornata per rifornimento e manutenzione, operazioni che possono avvenire soltanto a Pisa centrale. Così, non vi sono significativi margini di modifica degli orari o possibilità di replicare i convogli della programmazione ordinaria.

Si è dovuto quindi far leva, per assicurare i collegamenti dall’Alta Garfagnana e dalla Lunigiana verso gli istituti scolastici di Aulla e oltre, sull’interscambio con treni della linea Pontremolese nella stazione di Aulla Lunigiana”.

L’assessore Baccelli aggiunge che è stato potenziato il numero dei bus sostitutivi sulla tratta Piazza al Serchio-Aulla e viceversa, recependo ulteriori segnalazioni sulle fermate da inserire e garantendo inoltre le connessioni con i bus del trasporto pubblico ordinario.

“Voglio quindi garantire – questa la conclusione dell’assessore regionale – al sindaco di Tresana e a tutti i suoi colleghi dell’area, che la problematica è ben presente alla Regione, che ne segue con attenzione, massima condivisione e puntualità gli sviluppi. In particolare, con l’inizio dell’anno scolastico, i bus sostitutivi saranno costantemente monitorati sia rispetto alle frequentazioni che ai tempi di percorrenza, per intervenire immediatamente qualora emergessero criticità, anche con l’inserimento di ulteriori corse”.

Articoli Simili