4 Marzo 2024, lunedì
11.2 C
Fivizzano

Terza Categoria: la situazione dopo le prime undici giornate di campionato

Mentre gli altri campionati superiori sono quasi al giro di boa, l’avvincente torneo di terza categoria deve ancora smarcare quattro turni per terminare il girone di andata. Dopo la giornata di recupero disputata in più giorni vede il dominio del Seravezza fc. dove la leader del girone viaggia con quattro punti sul Dallas Romagnano e cinque sull’Attuoni. Manca ancora all’appello una partita, test  importante in prospettiva posto nei gradini del podio tra il Dallas Romagnano e Mtg.Seravezzina, seconda contro quarta dove entrambe le squadre sono distanziate da tre lunghezze.

Sfogliando le pagine di questi primi mesi del campionato che si preannunciava interessante sotto molti punti di vista, da quello organizzativo a quello del buon livello come l’alto tasso tecnico appartenenti alle  quindici compagini, ha visto negli ultimi turni il cambio in vetta. Per tanti turni la new entry il Dallas primeggiava sin dalla prima giornata, la striscia positiva di sei acuti, vittorie che si fermavano con lo stop interno per mani del Pontremoli, poi ancora una sconfitta ad Avenza e un successo contro il Don Bosco Fossone.

Il recupero nei primi giorni di gennaio (probabilmente mercoledi 10) si vedrà dopo la scorpacciata di panettoni e bollicine  chi avrà ricaricato le energie per il rush finale del girone di andata. Il bilancio di questi primi quattro mesi di calcio lo abbiamo chiesto a diverse squadre, iniziamo dalla ex capolista Dallas per voce del tecnico Luigi Bertolini; “Abbiamo iniziato a pensare a questa nuova avventura in estate e l’entusiasmo tra me il direttore sportivo Michele Pantera il direttore generale Andrea Pucci è stato contaminante ognuno di noi ha speso tempo ed energia per creare quello che oggi siamo. Non è stato facile partire da zero e creare una nuova società.

Sin da subito incontrando i nuovi calciatori che avrebbero composto la futura rosa abbiamo capito che quelli erano i profili giusti per divertirci noi e far divertire i nostri tifosi. Sin dai primi allenamenti è venuto fuori l’idea che il gruppo sapeva interpretare i principi di gioco che stavamo provando. 

Siamo soddisfatti del lavoro svolto fino ad oggi che ha permesso di vederci protagonisti in questa prima fase di stagione. L’augurio che facciamo a noi e alle altre società è di vedere una seconda parte di stagione altrettanto emozionante. 

Siamo convinti che ci sono squadre meglio attrezzate come le compagini lucchesi e della lunigiana ma non da meno sono le squadre di Massa e Carrara per queste ragioni continuiamo a lavorare per portare avanti le nostre idee calcistiche” Dall’ex capo classifica alla attuale leader del girone Seravezza Fc, Il nostro bilancio- esordisce il ”patron” del club Azzurro verde Andrea Ristori -può essere altro che positivo ovviamente, dove eravamo già convinti ad inizio stagione di quello che abbiamo fatto, di quello che stavamo costruendo. I numeri parlano ma soprattutto i nomi c’erano ma mancava la squadra.

Dopo questi primi mesi abbiamo creato un bel  gruppo. Questo mi fa piacere perché quando c’è un grande gruppo dopo poi arrivano i risultati. Abbiamo passato un periodo tribolando un po’ per molte gare ravvicinate coppa, campionato con anticipi e posticipi e poi ancora coppa . Dopo il pareggio di Gragnola la squadra si è ripresa inanellando quattro successi consecutivi, tolto anche l’impegno della coppa provinciale. La rosa comunque è ampia dove il nostro tecnico può attingere dalla panchina con giocatori concreti, che hanno e possono cambiare il responso della partita,quindi tutto sommato sono molto contento. Ora ci aspetta un mese importante, dove gennaio avrà da dire tante cose, vedremo in quel momento cosa realmente siamo.

Alla ripresa subito il big-match con la prima nostra antagonista  Dallas,la trasferta con il Tirrenia, il derby con l’altra concorrente  Mtg. Seravezzina già incontrata in coppa e per chiudere l’andata l’esterna a Fosdinovo. Dopo questo poker di sfide importanti ci diranno se saremo sempre lassù campioni d’inverno oppure no. Sono molto fiducioso e positivo anche perché questi scontri li giochiamo in casa, dove siamo un po’ “letali” diciamo, Sono molto contento di quello che stiamo facendo, ci credo perché il gruppo, ripeto è buono, comunque il campo ci dirà il suo verdetto, speriamo di non sbagliarci.”  Dopo la capolista e la prima inseguitrice Dallas è la volta degli avenzini dell’Attuoni, che quest’anno dopo una stagione di pausa tradotta nella rinuncia al campionato di seconda categoria avendone diritto per la stagione 22/23  è ritornata a pieno regime nel torneo dove per diverse edizioni èstato grande protagonista.

Riorganizzata la squadra del presidente/giocatore Edoardo Corsi con al timone Andrea Tinfena coadiuvato dai dirigenti  Luciano Bigini , Luca Marchi, Davide Vallerini sono ripartiti per l’ennesima avventura. L’inizio di stagione è stato promettente nei sei successi caratterizzati sono stati determinanti gli acuti interni contro l’attuale capo classifica  Seravezza e Dallas Romagnano. Due inaspettati pareggi all’esordio con il Pontremoli e quello clamoroso(4-4) contro il fanalino Sporting Marina. Due le sconfitte a Zeri e tra le mura amiche contro il sorprendente Spartak. ;

“Penso che quest’anno – è il primo bilancio del tecnico avenzino Andrea Tinfena –  sia un campionato di buon livello dove alcune squadre tipo Marina di Massa e Serravezza sono partite favorite. Poi ci sono squadre attrezzate, tipo  Avenza, Don Bosco Fossone, Pontremoli etc. che lotteranno a mio avviso fino all’ultima giornata. Perciò l’ anno per quel che mi riguarda è finito nella maniera giusta e penso sia meno difficile inseguire (avendo sempre motivazioni )che essere  primi. I punti di distacco sono pochi con gli scontri diretti ancora da giocare, con il girone di andata da terminare. Vedremo come vanno le prossime partite,il nostro obiettivo è fare risultati positivi per riuscire a mantenere un gruppo di amici che ad oggi si allenano due volte a settimana, con l’invidiabile presenza 23/26 giocatori, perciò il risultato è al  60% raggiunto”.

Dal litorale saliamo alla montagna dove troviamo nella griglia dei play off i dragoni del Monti, dove il team albi celeste del confermato mister Fabrizio Barbasini, nonostante qualche battuta d’arresto nelle prime giornate( Seravezza-Gragnolese e Dallas) , capitan Giacomo Bellacci & soci nella griglia play off  sono  nella scia delle prime. “Sono soddisfatto del lavoro che abbiamo svolto – è la sintetica analisi del tecnico dei veneliani – io e il mio secondo Maccani, in questa prima parte di campionato ci sono mancati diversi giocatori importanti che spero di recuperare a breve perché dovremmo  sempre  dare il 110 % ogni partita se vogliamo rimanere lassù in zona play off. Abbiamo qualche lacuna che possiamo colmare solo la cattiveria agonistica come se ogni partita fosse una finale per rimanere nelle posizioni nobili della classifica. Però mi ritengo soddisfatto di tutto il gruppo, anche se mi aspetto ancora di più da tutti soprattutto da chi ci può fare fare il salto”.

Scendendo nella classifica c’è il Marina di Massa che ultimamente ha fatto parlare di se, nelle vicende che riguardavano i giudici sportivi federali territoriali e non. “Per il campionato – è il bilancio di questa prima parte del torneo  di mister Tommy Balloni –  ne sono soddisfatto dal lavoro svolto che hanno fatto i ragazzi fino ad oggi, in quanto essendo una società e squadra nuova composta da più di 25 ragazzi, di cui la maggior parte era inattiva da qualche anno, hanno dimostrato da subito, grande partecipazione e professionalità soprattutto legato al nostro nuovo progetto per questo sport presentandosi numerosi al campo, fattore importante che permette all’allenatore di poter allenare e preparare settimanalmente al meglio la partita, cosa non da poco per i dilettanti. Per quanto concerne il campionato nelle prime giornate nonostante gli stop di misura con Don Bosco Fossone e Seravezza la squadra ha dimostrato di avere delle qualità, espresse nel proseguo delle gare. Ottenendo alcuni risultati altalenanti causa  squalifiche e infortuni, il buon lavoro di tutto lo staff è coinciso con la finale di coppa primo obiettivo raggiunto al nostro primo anno, comunque  al momento siamo a ridosso della zona play off. Sicuramente saranno determinanti le ultime quattro giornate, nelle quali osserveremo il turno di riposo, se vogliamo ambire alla griglia play off  si dovrà fare bottino pieno. Nella finestra di mercato si sono aggregati al gruppo tre nuovi giocatori, il difensore Daniele Bertini dal San Vitale Candia, gli attaccanti  Matteo Panati svincolato ex di Real Forte Querceta e Carrarese come Emanuele Canalini dal Follo (prima ligure) due pedine di spessore che ci daranno valore e competitività nel reparto offensivo. Infine siamo consapevoli di esser  di fronte ad un campionato molto più competitivo rispetto al passato.  Dove tutte le squadre di vertice oltre alla capolista Seravezza e Mtg. Seravezzina,  come l’Attuoni , il  Dallas Romagnano ma anche le stesse Pontremoli , Don Bosco Fossone,  Monti e Gragnolese  si sono rafforzate per arrivare tutte  nel centrare ognuno i propri obbiettivi. Se vogliamo star nelle prime cinque  dovremo far molto di più  rispetto alle prime undici giornate, a partire proprio dagli scontri diretti che ci saranno dal 6 gennaio in poi”.

Concludiamo questa nostra prima panoramica con il blasonato Don Bosco Fossone scesa dalla seconda categoria come i castellani del Fosdinovo alla caccia di un piazzamento play off. I giallo rossi di mister Paolo Ulivi al secondo campionato con i carrarini, dopo l’amara retrocessione, è intenzione del club di  risalire la corrente quanto prima per collocarsi tra le prime con prospettiva nel torneo superiore. “In quanto al campionato non immaginavo che fosse così forte, perché a mio avviso ci sono almeno sei squadre di ottimo livello, non sono formazioni di terza categoria tipo Dallas Romagnano, Seravezza, l’Attuoni che è diventata una squadra forte, e secondo me aggiungo anche il Marina di Massa, più altre tre squadra che giocheranno per un posticino nei play off. Quindi è stato un impatto che non  mi aspettavo, io credo di avere in mano u na squadra troppo giovane con un’età media di 22/23 anni, una squadra che ha bisogno di crescere, in un campionato con diverse squadra mature non è facile venir fuori, ci vuole del tempo, ed è per questo che fatichiamo,  perché non giochiamo male, spesso succede sempre qualcosa che ci penalizza, esempi lampanti a Romagnano e Seravezza, piccole sbavature contro  giocatori importanti non ti perdonano.  Ho avuto un impatto, che dall’esperienza che avevo fatto negli anni indietro, credevo di fare qualcosa di più, almeno in sicurezza, perche i livelli erano ben altri.   Invece ora i livelli sono veramente ottimi, tutto qui.”

Conclude questa rassegna tra i protagonisti del campionato la sintetica analisi dei primi mesi di attività del Fosdinovo da mister Stefano Lombardi dove i castellani partiti con differenti obiettivi navigano nella parte centrale della classifica:  “Devo dire che questa prima parte, l’annata può essere considerata sicuramente in chiaroscuro. Non nego che le aspettative erano migliori,  qualche alibi possiamo averlo soprattutto negli infortuni che hanno colpito i ragazzi che sono arrivati al Fosdinovo per farci fare quel piccolo salto di qualità (Maccarone , Volpicelli, Stano)che ci avrebbe consentito di essere insieme al gruppo che lotta per i play off,. Speriamo che questa tendenza si inverta, perché qui tutti crediamo di rientrare per lottare fino all’ ultimo per l’ obbiettivo che ci siamo prefissati”.

News feed
Notizie simili