mercoledì 28 Settembre 2022

Podenzana, emergenza cinghiali: il Sindaco chiede aiuto alla regione

“Ci troviamo come ogni ad affrontare il crescente disagio che l’aumento incontrollato di alcune specie di fauna selvatica sta causando in gran parte dei nostri territori”. A dirlo in una nota alla stampa è il Sindaco di Podenzana Marco Pinelli.

“Mi riferisco in particolar modo alla presenza incontrollata dei cinghiali – aggiunge il Sindaco -, accentuata in questo momento dell’anno, che sta  mettendo in difficoltà le attività agricole, ma che sta sempre di più impattando sulla vita dei cittadini, condizionandone in molti casi la vita “domestica” e ponendoci di fronte ad un crescente problema di sicurezza stradale. Non passa giorno che non mi arrivi un video, una foto o segnalazioni di altro genere, spesso esasperate, della presenza di cinghiali in prossimità della abitazioni e di danni provocati dall’indesiderata presenza”.

“Non c’è dubbio che sia un tema complesso, tra l’altro al centro di un dibattito nazionale, determinato da una serie di concause ambientali, sociologiche, e amministrative”.

“Il bosco sempre più prossimo alle strade ed alle abitazioni, sempre più impervio e difficilmente penetrabile, il sempre più ridotto numero di cacciatori che compongono le squadre di caccia dei nostri territori e il depotenziamento che ha subito la Provincia negli ultimi anni costituiscono elementi dei quali è necessario avere consapevolezza per trovare adeguate soluzioni”.

“Ho presentato una richiesta alla Regione Toscana – evidenzia Pinelli -, ai sensi della Legge Regionale 70/2019, di attivazione di interventi di contenimento degli ungulati che costituiscono potenziale pericolo per l’incolumità e per la sicurezza della circolazione stradale in ambito urbano, che si aggiunge alle richieste presentate da proprietari di fondi per danni all’agricoltura, per cercare di contenere i rischi ed i pericoli in attesa della riapertura della caccia”.

“La pazienza degli abitanti, la competenza del Comando di Polizia Provinciale, la conoscenza del territorio e la disponibilità delle squadre di caccia e delle guardie volontarie sono presupposti importanti, che vanno sostenuti da azioni concrete di semplificazioni delle procedure amministrative, da un potenziamento del Corpo di Polizia Provinciale, sempre più prezioso e strategico e da una strategia a livello ministeriale a sostegno dei nostro territori”.

Ultime notizie

A Pontremoli “Una giornata in sicurezza”

Sirene, mezzi di ogni sorta, posti di blocco, ricerca di indagati: Pontremoli sabato 1 ottobre diventerà un vero e proprio teatro della legalità, ma niente...

Fosdinovo: un ricco corredo archeologico

I primi due fine settimana di ottobre vedranno svolgersi a Fosdinovo (MS) due eventi nazionali del Touring Club Italiano dedicati alla Giornata nazionale dei...

Marina di Massa: ancora disperso in mare il giovane turista tedesco

Sono proseguite per tutta la giornata di ieri, ancora con esito negativo, le ricerche del giovane disperso in mare che nella notte di lunedì...
it_ITItalian