La festa della madonna della neve al santuario del Gaggio

“Qui, all’oratorio di Gaggio, il popolo si porta in processione tre volte l’anno, la vigilia della festa, il giovedì Santo e la domenica di Quaresima. Ivi si fa la funzione del Parroco il giorno di sua festa…”.

Questa fu la risposta data dal Rettore di Podenzana alla circolare del Vescovo Pier Luigi Scarabelli nel 1821.

Se anche quest’anno il “popolo” di Podenzana, nel rispetto delle normative anticontagio, non potrà celebrare l’attesa e sentita processione della Vigilia di Festa del 5 di Agosto, che da almeno duecento anni si ripete, non mancheranno i momenti di Festa, di celebrazioni liturgiche e momenti di raccoglimento spirituale per tutta la giornata di Giovedì 5 Agosto.  

Le sante messe, presso il Santuario recentemente restaurato, saranno celebrate dalle 7 alle 12 ad ogni ora. Alla celebrazione delle 11 parteciperà il Vescovo della Diocesi di Massa Carrara e Pontremoli Gianni Ambrosio. Nel Pomeriggio alle ore 16 sarà celebrata l’Adorazione Eucaristica, alle 17 il Concerto di antiche laudi e canti alla Madonna, alle 18 l’ultima Messa della giornata.

Potranno essere visitati i resti del Castagno, intorno al quale sarebbe stato edificato il Santuario alla fine del 1500, secondo la leggenda, rinvenuti agli inizi del 900 e conservati sul retro dell’altare.

“Nel volgere di oltre duecento anni, il Santuario del Gaggio ha continuato la sua vita sino ai nostri giorni, grazie alle cure dei Parroci, della Popolazione di Podenzana, dei Comitati Parrocchiali e delle Amministrazioni, rendendola metà privilegiata in Lunigiana dei moderni pellegrini. A loro tutti va il mio profondo sentimento di riconoscenza”, ha commentato il sindaco di Podenzana Marco Pinelli.

Total
2
Condividi
Lascia un commento
Total
2
Share
it_ITItalian

Aiutaci a mantenere libero e gratuito questo giornale.
Una persona informata contribuisce a migliorare il mondo!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: