2 Marzo 2024, sabato
8.8 C
Fivizzano

Dal 2024 Aulla e Pontremoli saranno stazioni Fs accessibili davvero a tutti

Con il nuovo orario ferroviario 2024 inerente la linea Pontremolese arriverà anche un’altra novità: le Stazioni di Aulla e Pontremoli verranno inserite nel circuito di assistenza per passeggeri disabili di RFI; con questo nuovo servizio l’utenza disabile potrà prendere il treno con il servizio assistenza di Trenitalia presso le citate stazioni invece di compiere viaggi di decine di km verso le stazioni di Sarzana, La Spezia e Carrara.

“Questo inserimento nel circuito Sala Blu delle stazioni citate è frutto di un lavoro iniziato dal 2019 e perseguito costantemente su tutti i tavoli (in primis Rfi, Trenitalia e Regione) e che ad oggi vede finalmente la luce”, dice Giacomo Perfigli, Presidente Associazione paraplegici Massa Carrara.

“Sicuramente è una piccola rivoluzione che permetterà di avere accesso ad un servizio di trasporto sia per l’ambito lavorativo, turistico per la nostra Lunigiana e di svago veramente a tutti. Il quadro ferroviario sul nostro territorio che si andrá a delineare sarà il seguente: Pontremolese con le due stazioni in cui è attivo il servizio di assistenza (con le modalità indicate sul sito di RFI dietro prenotazione) e la Linea Aulla – Lucca che con un progetto ad hoc effettuato nel 2015 (tra Rfi Trenitalia e Associazione Paraplegici Massa Carrara) ha visto l’entrata in servizio dei nuovi treni Swing con scivolo presente in ogni mezzo ed interventi di accessibilità nelle stazioni della Linea Aulla – Lucca”.

Per la stazione di Pontremoli sono previsti anche ulteriori lavori di accessibilità inerenti i marciapiedi di accesso ai treni, a causa di questo intervento la prima stazione ad attivarsi con il servizio di assistenza sarà Aulla Lunigiana con l’inizio del 2024 mentre Pontremoli entro la fine del primo semestre 2024.
“Una nota amara è stata la mancanza di interesse in questi 5 anni da parte di buona parte degli amministratori comunali lunigianesi e dell’Unione dei Comuni Lunigianese, tutti i Sindaci e Presidenti sono stati più volte interpellati ma senza un riscontro concreto per aiutare a realizzare questo progetto ma solamente un triste silenzio”, sottolinea Perfigli.

“Salvo alcune eccezioni come il consigliere regionale Giacomo Bugliani e il Sindaco di Pontremoli Jacopo Ferri che hanno supportato l’iniziativa per attivare il servizio di assistenza nelle stazioni citate.
Sicuramente se ci fosse stato l’impegno di tutti si sarebbe arrivati prima a questo risultato importante per il territorio”.

“Se si vuol pensare di fare turismo e crescere il nostro territorio – dice Perfigli – occorre anche ampliare lo sguardo e la mente anche ad ulteriori servizi finalizzati a tutti, molte volte in Lunigiana si parla di proposte per il turismo ma molte volte non viene in mente di realizzare opere per il turismo accessibile a 360° o per la vita quotidiana. Concludo ringraziando gli uffici della Regione Toscana per il supporto a concretizzare questo servizio”.

Redazione
Redazione
Desk della redazione, con questo account pubblichiamo comunicati stampa, eventi e notizie di carattere regionale e nazionale
News feed
Notizie simili