venerdì 7 Ottobre 2022

Calcio dilettanti, si sono rifermati i campionati, il bilancio delle lunigianesi, molte attive nel mercato invernale con diversi colpi portati in porto

Resoconto di una parte della stagione calcistica 2021-2022 che sembrava una ripartenza del calcio dilettantistico ed invece ecco un nuovo stop che speriamo sia soltanto una momentanea interruzione dei campionati. Comunque procediamo con la riesamina dei tornei di Eccellenza, prima, seconda e terza categoria.

Iniziamo dagli azzurri di Pontremoli partecipante al campionato di Eccellenza, ove il club presieduto dall’operoso Piergiorgio Aprili dopo dodici giornate naviga nella zona dei play out in compagnia degli avenzini della San Marco con i garfagnini del River Pieve, appena sole due lunghezze sopra la coppia delle ultime della graduatoria Castelnuovo Garfagnana e Valdinievole Montecatini. Il cammino fino ad oggi della compagine è stato assai altalenante, solo tre vittorie di cui due sul campo, una a tavolino contro i lucchesi della Polisportiva Camaiore, due so no stati i pareggi, addirittura sette le sconfitte. Bilancio che non ha soddisfatto il sodalizio di via Veterani dello sport, dopo i primi due successi consecutivi ad inizio stagione, la formazione è andata in crisi di risultati soprattutto di prestazioni, sfociata con il cambio della guida tecnica dal giovane Gianluca Grassi al tecnico ligure ex Fezzanese Gabriele Sabatini. Dopo i numerosi rinforzi apportati nella finestra di mercato invernale, sotto la regia del diesse Maurizio Giuntini i pontremolesi hanno colmato(si spera) i reparti apparsi in difficoltà. Sono arrivati al “Lunezia” gli attaccanti Lorenzo Tonazzini e Edoardo Carlini rispettivamente dal Cadimare (Eccellenza ligure) ex di Massese e Fezzanese, i difensori Nicola Manfredi e Baboucarr Touray, il primo dal Perignano il secondo dal Pieve Fosciana. Alla ripresa del torneo(salvo ulteriore prolungamento) è stata fissata per domenica 30 gennaio prossimo nel delicato impegno in casa di una diretta concorrente per la salvezza al comunale “Nardini” contro i locali del Castelnuovo Garfagnana, test assolutamente da non sbagliare.

Scendiamo di due campionati visto che in terra di Lungiana non ci sono squadre nel torneo di promozione, nel litorale massese gravita la nuova Virtus Marina di Massa, la prima categoria è rappresentata da diversi anni dal Serricciolo. I “galletti” dopo ottime stagioni culminate con numerosi spareggi play off per salire di categoria, ricordiamoli tutti vinti, non ha mai raggiunto la categoria superiore. In questo torneo stanno attraversando un momento per niente positivo, prima parte di stagione travagliata, dove i numerosi infortuni purtroppo a lunga degenza hanno complicato non poco il cammino del team di mister Giorgio Chelotti, avvicendato a due turni dal giro di boa. Nella panchina dei giallo blu è ritornato a sedersi Paolo Bertacchini , alla terzo mandato in questi ultimi anni per il club che ha celebrato nel mezzo del lockdown mezzo secolo di vita, si ripropone di riportare nei piani nobili la squadra, con tutto un girone a disposizione. Alla ripresa per l’ultima di andata all’Arcinaso salirà il Forte dei Marmi dove in tutte le esterne dell’ex giocatore ora mister dei versiliesi Simone Bertolla hanno sempre pareggiato, le altre due “sorelle” del girone sono i carrarini del Don Bosco Fossone e Romgnano calcio.

Scendendo ancora nel torneo di seconda categoria troviamo il maggior numero delle rappresentanti, ben sei sono le compagini dislocate in ogni angolo del territorio della Lunigiana. In questo campionato dominato da un team che colleziona record su record in tutte le sue parti, tutte vittorie nelle undici giornate, miglior attacco e miglior difesa, stiamo parlando del Viareggio che si è trasformato dal club Viareggio 86, quindi rappresenta la prima squadra della città del “Carnevale”, con il “serio” intento di ritornare quanto prima nei professionisti. Le squadre della lunigiana seguendo l’attuale classifica vede la Fivizzanese del giovane mister Marco Mencatelli in seconda fila a -14 dalla leader viareggina, in virtù di cinque vittorie, quattro pari e due sconfitte entrambe in trasferta patite nel derby a Monti e Viareggio), I medicei partiti con nutrite ambizioni quello di disputare un campionato di vertice stanno confermando tutti i sui valori in campo dall’organico costruito in estate dal direttore sportivo Emiliano Bianchi. Per l’ultima di andata Salku e compagni saranno di scena in versilia per un delicato test, ospiti del Lido di Camaiore a ridosso dei play off. Per trovare le altre compagne di viaggio bisogna scendere oltre il centro classifica, li ci sono tutte le altre, divise da tre punti in piena lotta per evitare la retrocessione diretta o quella attraverso i play out. In riferimento all’ultima giornata prima del mini-lockdown calcistico chi si è tolto momentaneamente dalle sabbie mobili è il Mulazzo, dove il club del dinamico presidente Paolo Marconi da qualche giornata ha cambiato la conduzione tecnica, dove i rosso blu sono passati da Fabio Giovannacci al tecnico ligure Stefano Strata. I risultati frutto di buone prestazioni sono stati immediati, tre pareggi consecutivi e una convincente prova interna contro il Ricortola, quarta forza del girone. Un virtù dell’ultimo successo casalingo ha posizionato i mulazzesi sopra la soglia del girone dei play out, prima del giro di boa Luccini & soci saranno ospiti nell’ultimo derby lungianese dell’andata in casa dei cugini del Monti, strapaesana aperta a qualsiasi risultato. In qiesti giorni il Mulazzo dopo il centrocampista ex Real Fiumaretta Pablo Ausili si è assicurato le prestazioni del fantasista con il costante fiuto del gol(vicino alla soglia dei 100), ex Monzone, Ceparana, Real Fiumaretta e Sarzana 1906  Yari Ragonesi, salito a Groppoli alla corte di mister Strata dopo un periodo di inattività. Un punto sotto troviamo la Filattierese, dove il club guidato dall’esperto Augusto Secchiari in questa prima parte di stagione estrae dal suo cilindro veri miracoli, buono il precampionato con la vittoria della Lunigiana Summer cup, nonostante le costanti defezioni dell’organico tra numerosi infortuni e diverse problematiche il team verde oro si è guadagnato il passaggio agli ottavi di finale nella coppa toscana dove rincontrerà i “marziani” del Viareggio calcio, sfida fissata per il 23 c.m. nel rettangolo dei bianco neri. In campionato due sono le vittorie conseguite entrambe nei derby di Podenzana e quello interno contro il Monti, cinque i nulla di fatto, invece quattro sono gli stop di cui tre nel campo amico e l’unica in esterna nel match-bis Ricortola. Per ricorrere ai ripari il sodalizio di Filattiera, per rinforzare l’organico ha concluso alcune operazioni di mercato(per il momento) il ritorno dell’attaccante ex Don Bosco Fossone Umberto Caro e il giovane talentuoso jolly ex Vallizeri quale Daniele Zuccarelli. Due pedine che consentiranno al tecnico di Gragnana di scendere in campo per il proseguo del torneo almeno con una formazione non più risicata, di sicuro due innesti positivi per la causa.

Un punto sotto c’è il tris Monzone-Cerreto e l’altra “cugina” Monti, dove i granata nelle primissime giornate della stagione hanno cambiato il tecnico, da Rossano Brizzi all’emergente giovane Gianluca Matelli alla sua prima esperienza da allenatore e nella categoria. Anche in questo contesto il ,percorso del club granata è stato altalenante, solo due vittorie all’attivo entrambe in trasferta (Cerreto e nel derby a Monti), quattro pareggi e cinque gli stop, tabù per questa prima parte di campionato per la formazione di Attuoni e compagni è quello di non aver ancora colto un successo in riva al “Lucido”.Per il nuovo ri inizio della stagione(si spera) al “Giannetti” salirà la corazzata Viareggio, dove sulla carta si presenta una sfida assai insidiosa, si saprà dopo i 90’ minuti che tipo di effetto avrà fatto la sosta. In questi giorni il club ha perfezionato la trattativa di aver riportato a Monzone il talentuoso attaccante Gabriele Moisè ex Palleronese, come ultima casacca indossata quella della Gragnolese, club praticamente dove aveva intrapreso la via del calcio. Nei fondali della classifica troviamo i dragoni di mister Fabiano Centofanti e l’Atletico Podenzana penultima e ultima del girone. Il Monti nonostante il ritorno in maglia bianco azzurro dell’esperto difensore De Angeli e del fantasista Manassero a rinforzare la rosa, i veneliesi sono scivolati nelle paludi della zona rossa, nelle ultime cinque giornate a parte l’acuto a Podenzana nel derby, Giromini & soci hanno collezionato quattro secche sconfitte, vista la corta classifica, a meno tre dalla zona salvezza per il diesse Andrea Bartolini con tante giornate davanti e tempo a disposizione tutto è possibile con lo scopo di rimediare e soprattutto quello di risalire la china. Infine chiudiamo il capitolo delle lunigianesi con l’Atletico Podenzana, attualmente ultima del gruppo, dove nell’ultimo turno osserverà il riposo il suo percorso è stato assai tribolato, una sola vittoria all’attivo quella interna contro i lucchesi della Fortis, sei pareggi (tanti come i cugini del Mulazzo) e cinque le sconfitte. Il team di mister Yuri Angeli in diverse sfide è stato spesso abbandonato dalla dea bendata, nonostante le buone prove specialmente sotto il profilo del gioco. Quello che è mancato a Guadagnucci & compani è stato il reparto offensivo, sei centri nel girone di andata è un misero bottino, non basta per riuscire a portare in salvo la nave. Il direttore Sportivo Andrea Bellandi è fortemente alla ricerca di una punta di categoria che garantisca almeno i gol- salvezza, alla prima di ritorno al rinnovato comunale “Rollando Rocchi” salirà la super corazzata Viareggio. 

Ultime notizie

Geotermia, la Toscana punta al raddoppio. Monni: “Governo, basta incertezze”

La Toscana punta al raddoppio della potenza geotermica in tempi brevi. A Earth, fiera dell’innovazione tecnologica in campo ambientale, l’assessora regionale all’ambiente Monia Monni...

Mostra e Convegno  “I funghi del castagneto”

L’autunno si sa, è stagione ricca per il Comune di Pontremoli e per tutto il territorio in cui questo è inserito. Funghi, castagne, cromature...

Tpl, Baccelli scrive ad Autolinee: “Troppi disservizi, necessari chiarimenti”

Oltre 1000 reclami giunti al Numero Verde regionale, il triplo di quelli pervenuti nello stesso periodo l’anno scorso. Oltre il 40% di questi riguarda...
it_ITItalian