lunedì 20 Maggio 2024

3,5 milioni per il nuovo reparto di medicina nucleare all’ospedale di Massa

L’Azienda USL Toscana nord ovest ha approvato la documentazione tecnica dello studio di fattibilità per realizzare il nuovo reparto di medicina nucleare all’ospedale Apuane di Massa.

Si tratta di un intervento da 3,5 milioni di euro, già inserito nel piano aziendale degli investimenti 2020 – 2022, e che sarà finanziato, attraverso la Regione Toscana, dalle risorse messe a disposizione dal Comitato interministeriale per la programmazione economica della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Il passaggio successivo sarà la stipula tra l’ASL e il Ministero della salute di un apposito accordo di programma che dovrebbe essere sottoscritto nel giro di qualche mese.

Il nuovo reparto di medicina nucleare sorgerà accanto all’ospedale, in un’area attualmente destinata a spazio verde, e sarà un edificio autonomo e staccato dal corpo principale del nosocomio massese. La medicina nucleare si occupa di diagnosticare e trattare le malattie utilizzando piccole quantità di materiali radioattivi, detti “radiofarmaci”. Grazie alle tecniche di ricerca e di cura, la medicina nucleare può diagnosticare particolare tipi di malattie (come i tumori delle ossa attraverso le “scintigrafia”, oppure malattie ischemiche o neurologiche), e può anche essere usata come terapia per colpire con radiazioni mirate particolari tipi di tumori.

L’AUSL ha calcolato che la nuova medicina nucleare potrà servire tutta la popolazione della provincia di Massa-Carrara ed anche dei comuni della Provincia di Lucca, per un bacino di utenza di 361mila abitanti.

Il nuovo reparto sarà composto da quattro aree distinte: l’area servizi con hall di ingresso, accettazione e segreteria; l’area diagnostica con due Gamma Camera (lo strumento che serve per l’acquisizione delle immagini scintigrafiche) e relativi ambulatori di anamnesi, refertazione e sala d’attesa; l’area dedicata alla Pet (ossia alla tomografia a emissioni di positroni, da non confondersi con la più nota tomografia assiale computerizzata, la cosiddetta Tac) con relativi spazi di preparazione dei pazienti; l’area dedicata alla radiofarmacia per la preparazione e il controllo di qualità dei farmaci a servizio della Pet.

L’accesso al reparto di Medicina Nucleare avverrà dalla viabilità di accesso già esistente per l’ospedale. (dp)

Verified by MonsterInsights