venerdì 21 Giugno 2024

Elisabeth Hertzberg e Simonetta Heger hanno donato la loro musica al NOA

Due famosissime concertiste impegnate nella esaltazione del lavoro di un autore memorabile. Questa la sintesi dell’incontro musicale che si è tenuto alcuni giorni fa presso l’Ospedale delle Apuane. Organizzato, come ormai di consuetudine, dalla Associazione “Donatori di musica”, l’appuntamento ha visto l’esibizione di Elisabeth Hertzberg, conosciutissima soprano americana, e la pianista Simonetta Heger, altrettanto famosa interprete, docente di pianoforte e cembalo complementare al conservatorio Giuseppe Verdi di Milano ed esecutrice prediletta nell’attività concertistica di mezza Europa.

“Stiamo seguendo un progetto – illustra brevemente Simonetta Heger – di approfondimento dell’opera di Mario Castelnuovo Tedesco, compositore fiorentino perseguitato durante l’epoca fascista per le sue origini ebree. Si trasferì in America dove restò fino alla sua morte nel 1968. Di lui e della sua vastissima produzione concertistica, stiamo analizzando gli studi, da lui condotti su Giacomo Puccini, con il quale collaborò nel 1924. Il nostro progetto musicale, che si concretizzerà nella elaborazione di una collezione da raccogliere in un CD, si apre con una famossima ode che Mario Castelnuovo Tedesco dedica al paese della moglie: Usigliano, località dell’entroterra Pontederese.”

È seguita quindi l’esecuzione dell’ode “Canzone di Usigliano” che ha subito messo in luce le abilità concertistiche delle due interpreti. Una saletta policonfessionale, sede ormai consueta delle esibizioni curate da “Donatori di musica”, inizialmente composta ed attenta è rimasta presto coinvolta dalle superbe armonie elaborate da Elisabeth Hertzberg e Simonetta Heger, ricambiando il “dono” delle due signore con applausi, commenti ed approvazioni.

L’Associazione “Donatori di Musica” nata nel 2009 per iniziativa dell’allora primario Maurizio Cantore ed del suo aiuto, oggi Direttore di Oncologia al NOA, Andrea Mambrini, ha organizzato oltre 400 concerti che artisti nazionali hanno voluto regalare ai pazienti del reparto. Esibizioni sempre superbe, eleganti e pregevoli che ancora una volta rimarcano il principio che guida questo gruppo: “I pazienti guadagnano leggerezza e serenità, gli artisti raccolgono la gioia che il loro gesto concede loro”. Ed è questa biunivocità che racchiude il successo di queste iniziative.

Articoli Simili