martedì 4 Ottobre 2022

Premio Bancarellino 2019: vince Giulia Besa con Gemelle

Costretti dal maltempo a rinunciare alla consueta piazza della repubblica, erano 1200 i ragazzi presenti al Palazzetto dello Sport di Pontremoli, dove si è svolta l’edizione 2019 del Premio Bancarellino.
Le scolaresche, intervenute da tutta Italia, dopo aver letto e in alcuni casi recensito le opere in competizione, hanno ascoltato i cinque autori finalisti ponendogli delle domande e infine hanno decretato, mediante schede personali il libro vincitore.
Per la prima volta è stato effettuato il collegamento video in diretta con gli studenti di Favignana ai quali è stata data la possibilità di esprimere venti voti mediante l’app. Una innovazione che potrebbe accompagnare anche gli altri premi.
La somma dei voti espressi, ha decretato Giulia Besa, mattatrice della sessantaduesima edizione con 470 preferenze sulle 1137 schede scrutinate con il libro Gemelle (Giunti Editore).
Seconda classificata con 209 voti, Laura Bonalumi con Ogni stella lo stesso desiderio (Il Battello a vapore), a seguire Alessandro Q. Ferrari con Le ragazze non hanno paura (Dea), Mariella Ottino e Silvio Conte con Susanna e gli orchi (Albe edizioni) e Melania Soriani con In viaggio con Amir. Storia di un sogno (Leucoteca).
La vincitrice molto emozionata è stata sommersa di decine di ragazzi che hanno voluto farsi autografare il libro Gemelle, fare selfie e omaggiarla con striscioni e dediche.
Durante la manifestazione sono stati consegnati altri due riconoscimenti. Il libro Wondergiusy, scritto da Giusy Versace, edito da Mondadori è stato ritenuto meritevole della menzione “Libro segnalato dal Premio Bancarellino 2019” per l’importante tema trattato, cioè la disabilità che ha colpito l’autrice a seguito di un grave incidente automobilistico. L’autrice non era presente per precedenti impegni ma ha mandato un videomessaggio. La targa è stata ritirata da Marina Canta della casa editrice. L’altro riconoscimento è andato alla scuola di Arpiola-Mulazzo “Livio Galanti” per il volume prodotto dai ragazzi, con il titolo Il libro nella gerla. Storia di Montereggio paese dei librai.
Soddisfazione tra i membri della Fondazione Città del Libro e in particolare per la segretaria Giuditta Bertoli, regista e anima del Premio che si p dichiarata molto soddisfatta della riuscita della manifestazione e ha ringraziato gli autori, le case editrici partecipanti, le scuole, gli insegnati e l’amministrazione comunale di Pontremoli, dando l’arrivederci al prossimo anno.

Leggi anche:
http://ecodellalunigiana.it/2019/05/16/semifinale-di-upvivium-vince-il-podere-conti/

Ultime notizie

Anche in Lunigiana nascono i Baby Pit Stop

In occasione della Settimana per l’Allattamento Materno (SAM), che si svolge in tutto il mondo dal 1° al 7 ottobre di ogni anno, nascono...

Cinque Terre: sanzioni a due guide “abusive”

A tutela dei numerosi gruppi di turisti che affollano le Cinque Terre e del regolare svolgimento della professione di accompagnatore turistico, i carabinieri forestale...

Lunigiana Land Art best practice alla XVIII edizione di LuBeC – Lucca Beni Culturali

Il progetto Lunigiana Land Art venerdì 7 ottobre 2022 sarà tra le best practice e casi di successo in Toscana al tavolo dell’OpenLab della...
it_ITItalian