domenica, Luglio 3, 2022
spot_img
HomeParco AppenninoI Care Appennino: giovedì...

I Care Appennino: giovedì 12 maggio il seminario per scoprire il marchio di qualità per le aziende che sostengono il territorio

Tre le imprese che nel corso dell’ultimo anno hanno sostenuto progetti a favore del territorio e delle comunità dell’Appennino e, pertanto, hanno meritato la concessione dell’importante brand I Care Appennino. Se ne parlerà giovedì 12 maggio alle ore 15, tramite un momento post-assembleare della Riserva di Biosfera MaB Unesco “Appennino tosco-emiliano”. Si tratta di Copma, Cirfood e Meridiano 361.


L’appuntamento sarà anche l’occasione per illustrare cosa significhi avere cura dell’Appennino Tosco Emiliano e promuovere a tutte le organizzazioni ed imprese interessate quale sia la prassi per poter fregiarsi del brand I Care Appennino della Riserva della Biosfera MaB Unesco. Promuovere la responsabilità sociale d’impresa è infatti uno degli obiettivi che l’Unesco chiede di perseguire nei territori riconosciuti come Riserve della Biosfera, perché senza un coinvolgimento attivo del tessuto socio-economico perseguire lo sviluppo sostenibile non è concretamente possibile.


“Anzi – sottolinea Fausto Giovanelli, presidente del Parco nazionale Appennino tosco-emiliano e coordinatore della Riserva della Biosfera – grazie all’estensione del riconoscimento MaB Unesco ai nuovi territori dello scorso settembre, il brand I Care Appennino può ancora di più diventare rilevante intercettando le esigenze delle imprese e delle organizzazioni. Questo per dare concretezza alla loro mission di responsabilità sociale, sostenendo progetti a favore della conservazione e valorizzare della biodiversità ecologica e culturale, dello sviluppo sostenibile delle comunità locali o a sostegno di educazione, ricerca e formazione”. Infatti, il brand “I care Appennino” viene concesso ad imprese ed associazioni che realizzano o sostengono progetti il cui scopo è prendersi cura del territorio, della biodiversità e delle comunità dell’Appennino tosco emiliano. Per “prendersi cura” può intendersi un agire materiale e/o immateriale, proporzionato alle capacità del richiedente, che determini dei risultati positivi in relazione alle tre funzioni della Riserva di Biosfera.

Tutti gli interessati sono invitati a seguire l’incontro per avere maggiori informazioni collegandosi al link https://bit.ly/3kG5Q9F.

Le tre aziende che ora godono del marchio I Care

Copma, cooperativa ferrarese specializzata in pulizia, manutenzione del verde, sanificazione condutture aerazione, è da tempo impegnata in percorsi di sostenibilità e sta intraprendendo una strategia di neutralità climatica. Per questi motivi ha voluto sostenere la realizzazione del progetto “piattaforma di compravendita dei crediti di sostenibilità” della Riserva della Biosfera (www.creditisostenibilita.it)
Cirfood, Cooperativa Italiana di Ristorazione, con sede a Reggio Emilia, è tra i pionieri italiani della responsabilità sociale d’impresa redigendo ogni anno un accurato bilancio di sostenibilità. Ha sostenuto la diffusione dei valori e delle progettualità della Riserva della Biosfera Appennino tosco-emiliano, in particolare quelli connessi alle produzioni agroalimentari e alla gastronomia, dedicando articoli e approfondimenti sul proprio magazine on-line “il giornale del cibo” Magazine https://www.ilgiornaledelcibo.it/.
Meridiano 361, impresa sociale che opera nel settore del commercio equo&solidale gestendo un negozio in centro a Reggio Emilia ed un e-shop, ha sostenuto i progetti del Parco Nazionale rivolti alla resilienza ai cambiamenti climatici delle foreste dell’Appennino tosco-emiliano ed in particolare alla “migrazione assistita” verso quote più alte delle specie arboree più sensibili all’aumento delle temperature.

Ultime notizie

Bilancio della SdS: sindaci di centrodestra votano contro: “Chiediamo rinnovo delle cariche”

Jacopo Ferri, Riccardo Ballerini, Renzo Martelloni, Matteo Mastrini e Filippo Bellesi hanno bocciato il bilancio della Società della Salute della Lunigiana.I sindaci di Pontremoli,...

La Spezia: 20enne arrestato per tentato furto aggravato e resistenza a pubblico ufficiale

Nel pomeriggio di giovedì 30 giugno la Sala Operativa della Questura di La Spezia ha inviato un equipaggio in moto in via Capraia dove...

Società della Salute della Lunigiana: approvato il bilancio di esercizio 2021

Con il voto contrario dei sindaci di Casola, Pontremoli, Tresana e Villafranca, e con l’astensione del sindaco di Licciana Nardi, l’Assemblea dei soci della...

pubblicità

it_ITItalian