mercoledì 29 Maggio 2024

Ex Cava Fornace: pubblicate le analisi sul sito di Programma Ambiente Apuane

“Come promesso, sul nostro sito sono ora disponibili i risultati delle analisi che effettuiamo periodicamente all’interno del sito ex Cava Fornace: acqua di falda, percolato e fibre aerodisperse negli ambienti di lavoro. Verifiche effettuate e garantite da laboratori di enti terzi certificati e accreditati che testimoniano l’assoluta buona gestione da parte di Programma Ambiente Apuane. Prosegue così la nostra campagna in un’ottica di massima trasparenza a garanzia dei cittadini”.

La novità è stata annunciata dal Consiglio di amministrazione della società che gestisce la discarica che arriva così a dare risposta anche alle richieste che spesso sono state avanzate dal territorio, dagli abitanti di Montignoso e Pietrasanta come dalle stesse amministrazioni: rendere pubbliche le analisi di verifica del sito, sulle matrici ambientali principali come aria, acqua e percolato, spesso finiti al centro della polemica.

“Le elezioni comunali che si sono concluse a ottobre non interrompono però il nuovo corso che abbiamo iniziato circa un anno fa – sottolinea ancora il Cda di Programma Ambiente Apuane – Durante quest’anno abbiamo continuato a verificare la salubrità del sito, con analisi periodiche sui principali elementi ambientali. Verifiche tecniche e di laboratorio sul percolato in uscita dalla discarica e raccolto nella cisterna prima di essere portato a smaltimento così come sulle acque di falda tramite tre piezometri collocati a monte, a valle e all’interno della discarica. Infine effettuiamo anche analisi a tutela della salute dei nostri dipendenti e di tutti coloro che per lavoro entrano in discarica: verifica delle fibre di amianto aerodisperse nella zona di ingresso dei mezzi, della pesa e degli uffici”.

I file sono tutti caricati in formato .pdf sul sito ufficiale di Programma Ambiente Apuane www.paaspa.org sotto la scheda ‘download’ a disposizione dei cittadini.

“Nelle analisi ricerchiamo tantissimi parametri, in particolare per il percolato e per la falda, più di quelli previsti dalla normativa per assicurare il rispetto dell’ambiente – prosegue il Consiglio di amministrazione -. Ci sono verifiche sugli idrocarburi, sui prodotti organoclorurati, organoalogenati, solventi organici aromatici e azotati pesticidi e molto altro. Tutti i parametri rispettano i limiti previsti dalle tabelle di riferimento per legge in ciascuna matrice ambientale di riferimento. Siamo a disposizione per aiutare a leggere i dati e a interpretarli in maniera corretta – conclude il Cda di Programma Ambiente Apuane – e speriamo che sia un segnale di ulteriore trasparenza per costruire un rapporto sempre più aperto con i cittadini. Analisi che confermano peraltro quanto già disposto dal Tribunale di Massa, che ha disposto l’archiviazione dell’incidente probatorio evidenziando come la gestione della società non avesse contaminato alcuna matrice ambientale”.

Articoli Simili

Verified by MonsterInsights