17 Aprile 2024, mercoledì
12.7 C
Fivizzano

Centro Donna Lunigiana: attività e percorsi di consapevolezza, tutti i contatti per ricevere aiuto   

Il Centro Donna Lunigiana, gestito dalla Società della Salute della Lunigiana, fa parte della rete dei Centri Antiviolenza riconosciuti dalla Regione Toscana e si pone l’obiettivo di dare informazioni e di creare consapevolezze che serviranno alle donne per prendere, se vorranno, decisioni importanti per la propria vita. 

Il compito del gruppo di lavoro è quello di sostenere nell’emergenza sul piano psicologico, giuridico, di accesso ai servizi, ma, soprattutto, di creare una coscienza di sé, di rappresentare la possibilità di un percorso di vita differente, da svolgere in modo sempre più autonomo e non solo assistenziale. È presente sul nostro territorio e coglie l’occasione della Giornata internazionale dei diritti delle donne per farsi conoscere ancora di più. Il team si sta muovendo molto sul tema formazione: si tratta di una formazione interna sul tema della violenza di genere rivolta agli altri servizi Sds, come da progetto curato dall’avvocata Chiara Guastalli.

Sono incontri formativi promossi durante l’anno, a cui si sommano la formazione mensile del gruppo operativo e la collaborazione con il mondo della scuola. La Lunigiana ha risposto bene, visto che il Centro donna ha ricevuto alcune donazioni per cui si sente di ringraziare profondamente. Il coro Santa Pazienza di Bagnone ha promosso un concerto, durante le festività natalizie, nella chiesa di San Nicolò. Oltre al coro ospitante si sono esibiti anche il Coro Monte Sillara e la Corale Santa Cecilia di Pontremoli, le operatrici hanno partecipato all’evento, evidenziando tutte le attività in essere e i servizi forniti e il ricavato è stato devoluto al Centro donna Lunigiana. Altre donazioni sono arrivate da Diana Busetto, in memoria di Carmen Rossi e dal Bar Bellotti di Pontremoli. Le donazioni saranno utilizzate a sostegno dei percorsi di fuoriuscita dalla violenza e autonomia delle donne che si rivolgono alle operatrici. 

Ricordiamo che il Centro Donna Lunigiana:

· offre un servizio di accoglienza e ascolto telefonico per le persone che richiedono consulenza e informazioni in risposta a stati di disagio o difficoltà di vario genere (personali, familiari, relative ad abusi, maltrattamenti e violenza fisica o psicologica);

· facilita l’accesso alle informazioni e alla legislazione sui temi delle Pari Opportunità al fine di offrire strumenti per una migliore conciliazione dei tempi di vita di donne e uomini e per utilizzare al meglio le opportunità e le risorse messe in campo a livello locale, nazionale e comunitario;

· promuove la diffusione di una cultura di genere in tutti i campi del sapere e della vita quotidiana, sperimentando uno sguardo sulla società che tenga sempre conto della differenza tra i sessi

· offre consulenza, orientamento e crea spazi di incontro virtuali e reali sul territorio dei Comuni che aderiscono al progetto.

· promuove la logica del lavoro di rete tra gli enti locali, i sindacati, le associazioni femminili, le commissioni, i comitati e gli assessorati Pari opportunità, le donne presenti nelle istituzioni locali, le forze dell’ordine, al fine di dare visibilità alle azioni positive e alle buone prassi realizzate dai diversi soggetti

L’organizzazione del servizio si sostanzia in due momenti separati: attività di front office, svolta dall’operatrice di primo ascolto presente nelle varie sedi, nei  giorni e orari prefissati. Questa fase rappresenta il momento di accoglienza della persona e il filtro che, dove fosse stato richiesto, porterà all’appuntamento per le consulenze. Il secondo livello si svolge nell’ambito della consulenza.

Il Centro è collegato al numero nazionale antiviolenza 1522

PER CONTATTARE LE  OPERATRICI DEL

CENTRO E IL GRUPPO DI CONSULENZA

Tel. 3457413683 e profilo whatsapp

[email protected]

Redazione
Redazione
Desk della redazione, con questo account pubblichiamo comunicati stampa, eventi e notizie di carattere regionale e nazionale
News feed
Notizie simili