20 Aprile 2024, sabato
9 C
Fivizzano

Presentata la nuova edizione della fiera di San Giuseppe a La Spezia

È stata presentata questa mattina dal Sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini e dall’assessore al Commercio Marco Frascatore, nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Civico, la tradizionale Fiera di San Giuseppe  – festa patronale di San Giuseppe, Santo protettore della Città.

Grande novità di quest’anno sono le due  Notti Bianchedi San Giuseppe. Due serate  all’insegna della musica che l’Amministrazione Peracchini ha organizzato per rendere il clima cittadino ancora più festoso, valorizzare la fiera, ed avvicinare il pubblico giovanile alle tradizioni locali.

“La Fiera di San Giuseppe è da sempre nel cuore di tutti gli spezzini, non solo rappresenta la nostra storia e le nostre tradizioni, ma ci riporta alla memoria tanti ricordi legati alle varie fasi della nostra vita – dichiara il Sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini – un evento irrinunciabile che per tre giorni colorerà le vie cittadine e che quest’anno si arricchirà con due eventi musicali in due serate diverse, “Le Notti Bianche di San Giuseppe”, che spazieranno dalla musica dance anni’70 al blues, al jazz sino alla tech-house per andare incontro ai gusti di un pubblico eterogeneo.”

“Per festeggiare il nostro Santo Patrono quest’anno, oltre la tradizionale fiera, avremo una bella novità – dichiara l’Assessore al Commercio Marco Frascatore – le “Notti Bianche di San Giuseppe” che si svolgeranno sabato 16 e lunedì 18 rispettivamente in Piazza del Bastione e in Piazza Mentana. Un doppio appuntamento musicale per accrescere il clima di festa coinvolgendo professionisti e musicisti del territorio, sia storici che giovanissimi: nella serata di sabato avremo il Dj set di Emilio Simonini che proporrà musica dance dagli anni ’70 sino ai giorni nostri, ascoltabile anche in diretta su Radio A; mentre lunedì sarà la volta di tre gruppi musicali: la Big Boss Band e la loro musica che fonda il blues, il jazz e il funky; la “Millet Pickers Jazz Band” con un repertorio traditional jazz e gli Oflog, una band di ragazzi che faranno ballare i più giovani con la tech-house.”

“Le Notti Bianche di San Giuseppe, si svolgeranno sabato 16 e lunedì 18 marzo 2024. In occasione della serata di Lunedì 18 è prevista  l’apertura straordinaria dei banchetti della fiera fino alle ore 22:00.

Sabato  16 marzo dalle ore 22 in piazza del Bastione,  grande musica con Emilio Simonini che proporrà un dj set con  la più bella musica dance dagli anni ‘70 ad oggi. La serata  verrà trasmessa in diretta a partire dalle ore 22 su radio A (FREQUENZA fm 92.6) e in streaming su www.radioa.it

Lunedì 18 marzo dalle ore 21,30  in Piazza Mentana la serata sarà dedicata alla musica Blues, Jazz e House attraverso le performances delle band tutte spezzine  Big Boss Band, Millet Pickers Jazz Band e Oflog project.

La Big Boss Band nasce dall’idea del chitarrista cantante Christian Grisolia e prende vita dentro le mura di un locale Spezzino di musica Live, dove il connubio tra passione per la musica e amicizia ha fatto sì che musicisti come Leonardo Corradi all’organo, Andrea Mazzoni alla batteria e Grisolia stesso, che provengono da diverse esperienze e provenienze musicali, si unissero per creare un sound  che fonde il Blues, il jazz e il funky dando così spazio alle personalità musicali di ognuno.

La Millet Pickers Jazz Band’ nasce nel 2022 nel laboratorio musicale delle ex scuole elementari del Favaro. Il nome richiama la zona di residenza della band, Migliarina, e da qui i ‘pickers’, ossia i raccoglitori di miglio, ad evocare campi di cotone e quindi ‘Cotton Pickers’ e band afroamericane del passato. Punta di diamante della band il clarinettista della locale “Original Sprugolean Jazz Band”, già all’attivo alla Spezia fin dagli anni ’60. Sonorità New Orleans, Hot Jazz, Dixieland, Spiritual, Blues, in un lungo viaggio che ci riporta all’inizio del secolo scorso, un favoloso repertorio traditional jazz di quasi cento anni fa.

Oflog project nasce all’inizio del 2023 dall’idea di 10 ragazzi spezzini.

L’obbiettivo dell’associazione è quello di creare eventi musicali e culturali che vadano a promuovere e valorizzare il territorio di Spezia e i suoi giovani artisti: da qui il nome del gruppo, che letto al contrario significa proprio “Golfo”.

LA FIERA DI SAN GIUSEPPE 2024.

I numeri e il percorso

La Fiera di San Giuseppe, con i suoi oltre 600 banchi, è una delle più grandi a livello nazionale. Quest’anno si terrà nei giorni di domenica 17, lunedì 18 e martedì 19, dalle 8 alle 20. lunedì 18, in occasione della Notte Bianca la fiera chiuderà alle 22.

I banchi presenti saranno dislocati lungo un percorso di quasi 4 km per una superficie di circa 15 mila metri quadri, nel perimetro compreso tra via Persio (inclusa via Chiodo), piazza Bayreuth, Passeggiata Morin (tranne l’area demaniale di Largo Fiorillo). 

Anche per l’edizione 2024 i banchi saranno posizionati anche in Piazza Europa come già nel 2019. Saranno infatti utilizzate le aree di Via Persio, Via Chiodo e Piazza Bayreuth come già per l’edizione 2018.

Piazza Verdi ospiterà poi una trentina circa di Associazioni ONLUS.

Il percorso

Viale Mazzini, Via Don Minzoni, Via Chiodo, Passeggiata Morin, Via Persio, Via Cadorna, Viale Diaz, Area monumento a Garibaldi (giardini pubblici), Piazza Bayreuth e Piazza Europa.

Gli operatori

Sono 21 gli operatori fieristici provenienti dal territorio comunale, 24 quelli provenienti dalla provincia e   543 gli operatori da fuori-provincia. 57 i banchi di porchetta, panini o formaggi e salumi; 65 quelli di dolciumi, frutta esotica e simili (di cui 25 della zona tipica di Lamporecchio); 158 i banchi di abbigliamento; 9 quelli alimentari provenienti dalle zone tipiche d’Italia (Sardegna, Romagna ); 9 di frutta esotica; 52 casalinghi e articoli dimostrativi; 3 i posteggi in cui si vendono prodotti derivanti dalla lavorazione del cinghiale 5 i rivenditori di ceramiche provenienti da zone tipiche di questa lavorazione; 3 rivenditori ferro battuto. Anche quest’anno è vietata la vendita di animali, come previsto dal regolamento comunale per la sanità e la tutela degli animali.

Cenni storici

Non vi sono certezze sull’inizio della manifestazione, ma sicuramente ha radici molto antiche. La fiera “moderna” nasce insieme alla costruzione dell’Arsenale militare, e le bancarelle non erano molte, ma significativi erano i prodotti esposti, tra cui spiccavano le collane di nocciole, dolciumi e giocattoli; si svolgeva nel centro storico con interessamento di parte del viale Amendola, strada che si riferisce all’attuale statale Aurelia  che veniva chiusa al traffico. 

La manifestazione in quei tempi era molto sentita dalle popolazioni anche dell’entroterra ligure, che vi prendevano parte sempre numerose, e coincideva con l’apertura al pubblico dell’Arsenale della Marina Militare, che all’epoca promuoveva tutta una serie di iniziative al fine di far conoscere il livello tecnologico raggiunto dal proprio settore nautico, anche con la visita alle numerose navi da guerra ivi compresi sottomarini e navi appoggio.

Redazione
Redazione
Desk della redazione, con questo account pubblichiamo comunicati stampa, eventi e notizie di carattere regionale e nazionale
News feed
Notizie simili