Bagnone: i candidati sindaco e il grande assente

Immagine da sito del comune e da Facebook

Saranno Giovanni Guastalli per il centrosinistra e Marco Negrari per il centrodestra a competere per la carica di sindaco di Bagnone, dopo la scomparsa di Carletto Mazzoni.
Guastalli, attuale assessore al bilancio e Negrari, consigliere comunale nelle file dell’opposizione, saranno sostenuti rispettivamente dai candidati consiglieri Giuseppe Bazzali, Giacomo Cariati, William Ghelfi, Marika Ghironi, Luigi Leonardi, Paola Manganelli, Giulia Marconi, Luca Menghini, Aldo Pini, Maurizio Simonini e Luca Veschi, per la lista Uniti per Bagnone e Alessia Bassignani, Sebastiano Cabras, Gianluigi Cortesi, Daniel Forciniti, Francesca Grossi, Michele Olivieri, Serena Pagani, Alessandra Pierini e Alberto Santini per la lista Bagnone nel Cuore.

Grande assente alla competizione elettorale è l’ex vicesindaco Daniele Lombardi che affida a un comunicato stampa le sue parole: “Io dopo anni non ci sarò e per questo ringrazio le persone con le quali ho trascorso questa esperienza, prima da vicesindaco e da ultimo da sindaco.
Non ci sarò per vari motivi, perché una comunità è fatta di persone che si vogliono bene, senza rancore, odio, invidia e credono allo sviluppo in positivo del proprio paese.

Non ci sarò perché sono state fatte scelte non condivise lacerando totalmente il gruppo di amministratori in carica, Bagnone ed i suoi cittadini, residenti e non, meritano rispetto, competenza, esperienza, visione, entusiasmo, rinnovamento e soprattutto voglia di fare ora che si aprirà una fase storica con il PNRR.

Sono stato tentato di fare una mia lista civica mettendo insieme le persone migliori, lista che non avrebbe dovuto essere una mera somma di persone, (con un numero che non sarebbe stato proibitivo su un’adesione di almeno sette cittadini da candidare) bensì un gruppo che esprimesse il tessuto migliore della nostra comunità per garantire servizi, progetti, opportunità ai cittadini ed al territorio.

Da una parte comportamenti sleali e ingannevoli, ed il senso di responsabilità maturato nel mio ruolo istituzionale al servizio per tanti anni dei cittadini, che mal si coniuga con le cattiverie e falsità dette e messe in atto da alcuni, al solo scopo di attrarre consensi elettorali, mi hanno indotto a fare un passo di lato. Quello di cui sono certo è di aver profuso il massimo impegno fino ad oggi, segno di tanti progetti in corso, di tante cose fatte, di progetti nuovi che a breve partiranno.

Eserciterò con immutata passione il ruolo di sindaco fino all’ultimo giorno per rispetto del compianto Marconi e per rispetto di tutti i cittadini, ai quali vanno assicurati i servizi di cui necessitano.
Ci sarò per dare il mio contributo in positivo perché amo il mio paese per le cose fatte e le cose da fare.
Vi ringrazio per l’attenzione e la stima da molti dimostrata nei miei confronti”.

Lascia un commento
Total
38
Share
it_ITItalian

Aiutaci a mantenere libero e gratuito questo giornale.
Una persona informata contribuisce a migliorare il mondo!