A Terrarossa grande successo per l’inaugurazione della mostra “Scrivendo la Divina Commedia”

Le note del trio Dante hanno allietato l’apertura della mostra “Scrivendo la Divina Commedia”.Il trio d’archi si è cimentato nei più importanti brani operistici della tradizione italiana introducendo magistralmente l’esposizione che, dopo aver toccato Egitto e Belgio, è giunta per la prima volta in Italia.

L’ex ambasciatore italiano in Giordania, originario di Tresana, Giovanni Brauzzi, ha sottolineato il valore della mostra: “Un evento unico nei 700 anni della morte di Dante Alighieri”. Il Direttore dell’Istituto di Cultura Italiana a Bruxelles, Paolo Sabbatini, ha ringraziato i Comuni di Licciana Nardi e Tresana per aver deciso di ospitarla: “Un piacere e un onore per noi, essere qui”.

Le autorità locali hanno poi salutato i presenti: “Grazie a chi ha voluto portare l’esposizione al Castello di Terrarossa – ha affermato il Sindaco di Licciana Nardi Renzo Martelloni – e in particolare al mio Assessore, Giovanna Valeri, e al Sindaco di Tresana, Matteo Mastrini”.

A seguire ha preso la parola proprio il Sindaco di Tresana: “Le nostre sono terre dantesche. Lo dimostra il passaggio di Dante a Giovagallo e la nascita di un comitato come il nostro che si occupa di ricerca storica e di valorizzazione della memoria. In questo senso la traduzione in dialetto dei primi 21 versi dell’opera, da parte di Gino Luciani, costituisce la rappresentazione di come si possano riannodare i fili della storia”.

La mostra, con il coordinamento di Vanessa Lazzerini, che ha presentato la serata, sarà visitabile fino al 28 agosto.
(Fofo di Riccardo Amorfini)

Ultime notizie

Disabilità visiva, aperto info point ANIC ad Aulla

L'info point Giovani ANIC è attivo da quest'anno anche ad Aulla, in Piazza Gramsci all'interno del palazzo comunale. Si tratta...