Zeri, Petacchi: “Dopo i debiti ripartiamo”

Traccia un rapido bilancio della sua amministrazione, superata la metà del mandato, Cristian Petacchi, sindaco di Zeri alla sua prima esperienza come amministratore pubblico.

“Vorrei partire dal rifacimento del municipio – spiega il sindaco – per il quale l’amministrazione comunale ha reperito fondi, che hanno consentito di rendere gli uffici comunali belli, confortevoli e in regola con le norme di sicurezza. Siamo arrivati nel 2017 ereditando una situazione di bilancio disastrosa e abbiamo dovuto ripagare una serie di debiti che non ci aspettavamo davvero di trovare.

Nel contempo abbiamo stilato un piano per il rilancio delle valli di Zeri anche ripartendo dal turismo, che per noi è motore del nostro territorio.
Qualche giorno fa mi sono ritrovato a premiare i fondatori dell’impianto sciistico di Zum Zeri per i suoi 50 anni di attività, riconoscendo il coraggio di persone che hanno investito qui per creare crescita. Vorremmo che i giovani investissero sul territorio su un asset turistico che non sia più quello della neve, ma che sia legato alla genuinità delle nostre valli, dei nostri prodotti e della nostra natura.


Per agevolare il turismo e i residenti stiamo anche rifacendo quello che in qualche modo è il ?biglietto da visita’ per chi entra a Zeri, cioè le strade.
Abbiamo cercato risorse da tutti gli enti sovracomunali e abbiamo portato a casa risorse che ci hanno permesso di mettere in opera diversi interventi per la viabilità e per la sicurezza stradale, segnaletica, parcheggi, strisce pedonali, guardrail. Vista l apriorità siamo intervenuti nelle strade di raccordo: Pradalinara, grotta di Lourdes, zona fontana di Antara, Balanara, Vico, Valditermine, foce di Rossano. Ternesa, e cimitero di Patigno. Frazioni e strade interne: Noce, Patigno, Bergugliara, Valditermine, Castello, Coloretta, Castoglio, Piagna, Bosco, Bosco Cimitero, Frandalini, Monini, Codolo, Bottivenere, Torricella e Conciliara.
Attualmente la ditta incaricata continuerà fino a martedì; breve sospensione per ferie, e ripresa il 22 agosto per proseguire i lavori nelle località: Serralunga, Frandalini, vallata di Adelano e vallata di Rossano.


Sono partiti anche i lavori per 3 parchi giochi in 3 differenti frazioni e stiamo pianificando anche la realizzazione di un Coc (Centro Operativo Comunale) A Coloretta. Sempre a Coloretta abbiamo costruito un frequentatissimo campo da gioco polivalente in erba sintetica dove prima c’era una discarica, mentre è in itinere una riqualificazione anche dell’area sportiva comunale con nuovi spogliatoi e una nuova struttura in legno.

Infine non dimentichiamo le risorse idriche. Abbiamo ristrutturato, impermeabilizzato e sanificato i depositi rifacendo chilometri di linee e raddoppiandone la portata”.

Chiediamo a sindaco com’è stato amministrare Zeri in questi anni.

“Sicuramente mi sono sentito il sindaco di tutti, anche di chi non mi ha votato e ho sempre avuto porte aperte, ma non mi aspettavo che in alcuni momenti fosse così faticoso. Soprattutto per le e critiche ricevute anche da chi a mio parere ha lasciato che Zeri cadesse nel degrado e non vuole vedere gli interventi che stiamo mettendo in campo. Tenere le persone e mandare avanti la macchina amministrativa in un piccolo paese come il nostro può essere anche un lavoro delicato, visto che ci si conosce tutti.

Mi hanno sorpreso però una serie di atteggiamenti che ritengo incoerenti e la propaganda fatta solo tramite social da parte di alcuni – anche di qualcuno che dovrebbe appartenere alla maggioranza – e non nei posti deputati alle decisioni, come il consiglio comunale. Per il futuro mi aspetto che la maggioranza collabori compatta per portare la nostra voce e per continuare a promuovere Zeri e il suo rilancio”.

Lascia un commento
Total
30
Share
it_ITItalian

Aiutaci a mantenere libero e gratuito questo giornale.
Una persona informata contribuisce a migliorare il mondo!