4 Marzo 2024, lunedì
5.7 C
Fivizzano

Tresana: ex sindaco Oriano Valenti assolto dall'accusa di diffamazione aggravata

“Dopo 7 anni di calvario, si è concluso con la assoluzione piena il procedimento penale instaurato nei miei confronti a seguito di una querela per diffamazione aggravata presentata da una mia concittadina. La Corte d’Appello di Genova, infatti, mi ha assolto ex art. 530 c.p.p. perché il fatto non sussiste”. A dichiararlo è l’ex sindaco di Tresana dal 2004 al 2014 Oriano Valenti, in merito al processo che lo aveva visto indagato per diffamazione. Valenti era stato querelato dalla figlia di una delle donne ustionate nell’esplosione di un tubo del metanodotto di Tresana nel gennaio 2012, anche lei ustionata nell’esplosione mentre si trovava in casa con sua madre. Incidete che causò un morto tra gli operai che lavoravano e feriti gravi tra cui alcuni cittadini tresanesi.
La vicenda della querela è legata ai risarcimenti ottenuti dal comune di Tresana per danni di immagine e in quel momento non ancora ricevuti dalla famiglia della donna ferita. Vicenda che innescò una presa di posizione dell’allora sindaco, costituitosi parte civile con l’amministrazione comunale, e che ferì la donna che decise di sporgere querela.
“Ci sono volute ben 9 udienze, tra 1° e 2° grado, per porre fine a una vicenda che il sottoscritto non meritava e che lo aveva visto, dopo il tragico scoppio del metanodotto Snam del 18 gennaio 2012, impegnato intensamente a fianco di tutti i suoi concittadini vittime della tragedia, nessuno escluso. Le pagine dei giornali di quei giorni ne sono una testimonianza tangibile.
E’ stato per me molto triste aver dovuto affrontare un lungo ed estenuante iter processuale, pur con la serenità e la certezza di non aver fatto torti a nessuno e sapendo di aver fatto tutto il possibile per aiutare i miei concittadini in quei difficili momenti. Avrei potuto scegliere altre più facili vie, ma ho voluto il dibattimento in aula, per dimostrare pienamente che il sottoscritto non aveva alcuna colpa da scontare. In questa occasione, vorrei ringraziare pubblicamente il mio legale, l’avvocato Francesco Spina del Foro di Lucca, per la competenza e la professionalità con cui mi ha assistito in questi anni”.

Leggi anche:
https://ecodellalunigiana.it/2019/09/13/nuovo-finanziamento-per-il-comune-di-tresana-che-si-aggiudica-un-contributo-regionale-per-investimenti-sociali/

News feed
Notizie simili