giovedì 23 Maggio 2024

In Lunigiana sarà caos trasporti, FdI: “Sforbiciata metterà in ginocchio paesi”

La Lunigiana è sempre più la cenerentola dei territori periferici, la sforbiciata proposta di 350mila km delle corse dei bus metterà in ginocchio interi paesi. I tagli delle corse verso i paesi penalizzeranno moltissimo le linee secondarie e periferiche. Le corse vengono soppresse e Autolinee Toscane risparmia, ma quei risparmi dove finiscono?”. Lo chiedono i Consiglieri regionali di Fratelli d’Italia Vittorio Fantozzi, componente della Commissione Aree Interne, Alessandro Capecchi, vicepresidente della Commissione Trasporti, ed il deputato Alessandro Amorese.

Da sinistra: Fantozzi, Capecchi, Amorese (FdI)

“Raccogliamo l’appello dell’Unione dei comuni montani della Lunigiana e lo rilanciamo a Regione ed Autolinee Toscane. Non si tratta di tagli ma di una drastica sforbiciata che sta creando gravi disagi per residenti, pendolari e studenti. E se i trasporti non funzionano, anche il turismo viene penalizzato. Quindi è inutile investire sulle aree interne contro lo spopolamento sei, poi, mancano i servizi principali – sottolineano Fantozzi, Capecchi e Amorese -. Per il Tpl su gomma c’è aperto il tema delle linee periferiche nella prossima gara d’appalto di novembre per il lotto debole, ma si temono tagli definitivi delle corse verso le frazioni dei comuni lunigianesi”.

Redazione
Redazione
Desk della redazione, con questo account pubblichiamo comunicati stampa, eventi e notizie di carattere regionale e nazionale
Verified by MonsterInsights