Si arricchisce il patrimonio dell’Archivio Provinciale

Un archivio costituisce per antonomasia la pietra angolare della memoria collettiva: quello di un ente pubblico lo è a pieno titolo. Continua a vivere e ad arricchirsi di anno in anno autoalimentandosi ma anche ricevendo in dono collezioni provenienti da privati.

È quello che è successo ultimamente all’Archivio della provincia di Massa-Carrara che si è ulteriormente arricchito grazie alla donazione del professor Riccardo Canesi che ha deciso di mettere a disposizione dell’ente di Palazzo Duale il suo archivio da deputato e da capo segreteria del Ministro dell’Ambiente.

Il materiale consiste in corrispondenza, in un centinaio di libri, anche tecnici, centinaia di pubblicazioni, anche straniere, su ambiente, energia, mobilità sostenibile, rifiuti, inquinamento vario e numerosi atti di convegni specialistici sulla difesa dell’ambiente.

Ma ci sono anche manifesti e locandine (50 per la precisione), che vanno dagli anni ’80 al 2000, che hanno come tema le iniziative delle associazioni ambientaliste e del movimento dei Verdi, sia a livello locale che nazionale. Quest’ultima è forse la raccolta più completa esistente in Italia di questo tipo.

Il professor Canesi non è nuovo a iniziative di questo tipo: infatti circa una ventina di anni fa, aveva donato alla Fondazione Micheletti di Brescia l’Archivio dei Verdi di Carrara (consistente in circa 80 scatoloni contenenti la storia dell’ambientalismo apuano).

Ultime notizie

Tutte le novità più importanti sul bonus benzina 200 euro, prorogato anche nel 2023

Dipendenti e collaboratori negli ultimi mesi stanno facendo i conti con il caro benzina, che incide in maniera importante...