mercoledì 7 Dicembre 2022

Servizio Civile all’Unione di Comuni della Lunigiana: 5 posti per giovani dai 18 ai 28 anni

L’Unione di Comuni della Lunigiana cerca 5 giovani dai 18 ai 28 anni per il progetto: “Occhio al rischio: volontari che diffondono la cultura della prevenzione” in coprogettazione con Anci Toscana. E’ possibile presentare le domande fino al 26 gennaio 2022 entro le ore 14.

Il progetto persegue l’obiettivo di “Rendere gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, duraturi e
sostenibili” (Obiettivo 11 Agenda ONU 2030). In particolare si pone l’obiettivo specifico di Garantire un’efficace azione preventiva rispetto ai rischi, investendo su una migliore gestione del territorio e rendendo il cittadino consapevole dei rischi e dei comportamenti adeguati da adottare in situazioni di emergenza.

Pertanto il progetto svilupperà azioni di monitoraggio, tutela e ripristino del territorio al
fine di garantire un maggior livello di sicurezza in condizione di pace. La diffusione della cultura di protezione civile è uno strumento fondamentale, che mette il cittadino al centro del sistema come individuo dotato di responsabilità.
Il progetto prevede un orario di 25 ore settimanali articolate su 5 giorni, per 12 mesi. Ai giovani in servizio sarà corrisposto un assegno mensile pari a 444,30 euro.
Può presentare la propria candidatura, chi, alla data di presentazione della domanda, possiede i seguenti requisiti:

  • giovani fra i 18 e i 28 anni (29 non ancora compiuti) cittadini italiani, comunitari e non
    comunitari regolarmente soggiornanti in Italia (anche se hanno già svolto il Servizio Civile
    Regionale).
  • La domanda di partecipazione può essere presentata per un solo progetto, pena l’esclusione
    da tutti i progetti. Non può presentare domanda chi ha già svolto attività di servizio civile nazionale, e chi abbia in corso o abbia avuto nell’ultimo anno e per almeno sei mesi rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita con l’ente che realizza il progetto.
    https://ancitoscana.it/images/Servizi/serviziocivile/SCU_2022/2021_OCCHIO_AL_RISCHIO_NAZIONALE.pdf

Come presentare la domanda

Gli aspiranti operatori volontari dovranno produrre domanda di partecipazione indirizzata
direttamente all’ente che realizza il progetto prescelto esclusivamente attraverso la piattaforma DOL raggiungibile tramite PC, tablet e smartphone all’indirizzo https://domandaonline.serviziocivile.it.

Per accedere ai servizi di compilazione e presentazione domanda sulla piattaforma DOL occorre che il candidato sia riconosciuto dal sistema. I cittadini italiani residenti in Italia o all’estero e i cittadini di Paesi extra Unione Europea regolarmente soggiornanti in Italia possono accedervi esclusivamente con SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale. Sul sito dell’Agenzia per l’Italia Digitale https://www.agid.gov.it/it/piattaforme/spid sono disponibili tutte le informazioni su cosa è SPID, quali servizi offre e come si richiede.

Sui siti web del Dipartimento https://www.politichegiovanili.gov.it e https://www.scelgoilserviziocivile.gov.it/ è disponibile la Guida per la compilazione e la presentazione della Domanda On Line con la piattaforma DOL.

“Un’ulteriore iniziativa dell’Unione di Comuni – spiega il nuovo presidente e sindaco di Fivizzano Gianluigi Giannetti – che va sulla falsa riga dello scorso anno. Cerchiamo di mantenere lo stesso servizio per permettere ai giovani della Lunigiana di avvicinarsi alla struttura pubblica, di conoscerne il funzionamento e di dare un supporto nei Comuni nella prevenzione e protezione civile che è centrale per questo Ente”.

Ultime notizie

Pannelli di rivestimento facciate degli ospedali: l’Asl Toscana nord ovest è in attesa dell’esito degli approfondimenti tecnici

L’Azienda Usl Toscana nord ovest ha richiesto al concessionario SAT di effettuare le verifiche richieste sulla “presenza di prodotti installati sulle facciate delle strutture...

Il Centro Intercomunale di Protezione Civile è realtà: la Regione assegna 400mila euro all’Unione di Comuni Montana Lunigiana

A darne notizia il sindaco di Tresana a assessore alla Protezione Civile dell’Unione di Comuni Matteo Mastrini che così commenta: "Dopo la Green Community,...

I sindaci di Zeri e Podenzana: “No alla riduzione delle guardie mediche”

Riceviamo e pubblichiamo una nota congiunta dei sindaci di Zeri e Podenzana: Si sente da tempo preannunciare la riduzione della presenza delle figure di continuità...
it_ITItalian