mercoledì 28 Settembre 2022

SdS Lunigiana: domani apre il bando per i contributi del progetto "Home Care Premium 2019 – 2022"

Sarà aperto giovedì 4 aprile alle ore 12, e lo resterà fino alle ore 12 del 30 aprile, il nuovo bando per aderire al progetto “Home Care Premium 2019 – 2022” dell’INPS, che ha come fine il potenziamento dei servizi per l’assistenza domiciliare a beneficio dei dipendenti e pensionati pubblici, dei loro coniugi, dei parenti ed affini di primo grado non autosufficienti.
Il progetto “Home Care Premium”, che vede ancora come ente capofila nella nostra zona la Società della Salute della Lunigiana, è nato nel 2010 e consente l’erogazione di una prestazione finalizzata a garantire la cura, a domicilio, dei soggetti di cui sopra, prevedendo l’erogazione da parte dell’INPS di contributi economici mensili, da un minimo di 100 euro a un massimo di 1050 euro, in favore di soggetti non autosufficienti.
I contributi prenderanno la forma di un rimborso delle spese sostenute per l’assunzione di un assistente domiciliare, che dovrà essere assunto in qualità di lavoratore domestico esclusivamente con un contratto di lavoro domestico di durata almeno pari a quella del progetto, che avrà una durata di tre anni (dal 1° luglio prossimo al 30 giugno 2022).
Venendo ai beneficiari del progetto, questi sono i dipendenti iscritti alla gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali e i pensionati (diretti e indiretti) utenti della gestione dipendenti pubblici, nonché, laddove i suddetti soggetti siano viventi, i loro coniugi, per i quali non sia intervenuta sentenza di separazione e, i parenti e affini di primo grado anche non conviventi, i soggetti legati da unione civile e i conviventi ex lege n. 76 del 2016, i fratelli o le sorelle del titolare, se questi ne è tutore o curatore.
Possono beneficiarne anche i minori orfani di dipendenti già iscritti alla gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, di utenti o di pensionati della gestione dipendenti pubblici, fermo restando che i beneficiari devono essere individuati tra i soggetti maggiori o minori di età disabili.
Da sottolineare, inoltre, che sono equiparati ai figli, i giovani minori affidati al titolare in virtù di affidamento familiare, così come disciplinato dalla legge n. 184/1983 modificata dalla legge 149/2001, disposto dal servizio sociale territoriale e omologato dal Giudice tutelare, o affidamento giudiziale disposto in via autoritativa con provvedimento del Tribunale per i minorenni e, infine, affidamento preadottivo disposto dal Giudice.
Di primaria importanza è il fatto che all’atto della presentazione della domanda, deve essere stata presentata la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) per la determinazione dell’ISEE sociosanitario, riferita al nucleo familiare di appartenenza del beneficiario, mentre non meno importante è la procedura di presentazione della domanda, visto che prima di procedere alla sua compilazione, occorre essere iscritti al programma “Accesso ai servizi di welfare”, ossia essere riconosciuti dall’INPS come richiedenti della prestazione.
Per l’iscrizione al programma “Accesso ai servizi di welfare” e per la presentazione della domanda di partecipazione al progetto “Home Care Premium”, da effettuarsi esclusivamente per via telematica, è necessario da parte del soggetto richiedente il possesso di un PIN, un codice univoco identificativo personale che rileva l’identità del richiedente.
Il PIN si può richiedere con le seguenti modalità: online, accedendo al servizio “richiesta PIN on line” dal sito istituzionale www.inps.it; tramite il Contact Center; presso gli sportelli delle sedi INPS.
Una volta ottenuto il PIN, si potrà presentare la domanda dalle ore 12 del 4 aprile alle ore 12 del 30 aprile, utilizzando i seguenti canali: online, attraverso il servizio “Domande welfare in un click”; tramite il Contact Center, chiamando il numero gratuito 803164 (da rete fissa) o a pagamento 06164164 (da telefono cellulare); rivolgendosi ad un ente di patronato.
Inoltre, ci sarà la possibilità di presentare nuove domande dal prossimo 1° luglio e fino al 31 gennaio 2022.
Per ottenere informazioni sul bando e per ricevere aiuto nella compilazione e nella presentazione delle domande, la SdS Lunigiana mette a disposizione una rete di sportelli, denominati “Sportelli di informazione sociale HCP 2019 – 2022”.
Gli sportelli sono attivi presso i Punti Insieme dei presidi distrettuali di Aulla (piazza della Vittoria 22), il lunedì (dalle ore 10 alle ore 12) e il venerdì (dalle ore 15 alle ore 16); di Fivizzano (salita San Francesco), il giovedì (dalle ore 10 alle ore 12); di Pontremoli (via Mazzini 48), il mercoledì (dalle ore 9 alle ore 11).

Ultime notizie

La Polizia rimpatria due extracomunitari, avevano compiuto furti e danneggiamenti

Proseguono senza sosta le attività della Polizia di Stato in ambito di controllo del territorio. Nella giornata di ieri due cittadini extracomunitari di origine...

Turista tedesco disperso nei pressi del pontile di Massa

Sono proseguite per tutta la giornata le ricerche del giovane turista tedesco che, intorno alle 05.00 del mattino di ieri, si era tuffato nello...

Carrara: patteggia 18 mesi dopo aver derubato due distributori automatici

Ha patteggiato una condanna a diciotto mesi di reclusione un pregiudicato cittadino italiano che sabato notte ha ripulito i distributori automatici di generi alimentari...
it_ITItalian