martedì 25 Giugno 2024

Operazione “Stazioni Sicure” in Toscana

1.419 persone controllate, 2 arrestati, 6 indagati, 6 sanzioni amministrative elevate, 2 depositi bagagli controllati e 95 bagagli ispezionati: sono questi i risultati per la Toscana dell’operazione “Stazioni Sicure”, organizzata nella giornata di ieri, 15 febbraio, dal Servizio Polizia Ferroviaria, in ambito nazionale, con il potenziamento dei servizi di vigilanza e controllo per aumentare ulteriormente i livelli di sicurezza nelle stazioni. 115 sono stati gli operatori che il Compartimento Polfer per la Toscana ha impegnato per il controllo di 58 scali ferroviari.

Le attività, mirate al controllo di bagagli e passeggeri, sono state effettuate anche con l’utilizzo dei metal detector e con l’ausilio di un’unità cinofila della Questura di Firenze.

A Livorno, l’attività di controllo a bordo treno, ha consentito, al personale Polfer presente su un convoglio intercity, di arrestare un cittadino italiano 60enne che, da accertamenti effettuati presso le banche  dati interforze, è risultato colpito da un provvedimento di arresto per un cumulo di pene, emesso dalla Procura di Napoli, per le quali dovrà espiare 4 anni, 5 mesi e 24 giorni di reclusione e pagare una multa di 2.400 euro per i reati riciclaggio e spaccio di lieve entità di sostanze stupefacenti. L’uomo è stato condotto presso il carcere di Grosseto.

A Pontremoli, la Polfer ha denunciato un cittadino italiano 37enne poiché è stato trovato in possesso di un coltello a serramanico della lunghezza complessiva di 18 centimetri di cui 8 di lama a punta acuminata ed un uomo 38enne, apolide, trovato in possesso di un coltello da cucina con punta della lunghezza complessiva di oltre 24 centimetri di cui 13 di lama, quest’ ultimo, in evidente stato di ebbrezza è stato sottoposto a Daspo urbano.

Sempre a Pontremoli, un 42enne, italiano anch’egli in stato di ebbrezza, è stato sottoposto al medesimo provvedimento.

A Massa una cittadina cinese 55enne è stata denunciata perché inottemperante alla normativa sugli stranieri.

A Firenze personale del Reparto Operativo di Santa Maria Novella ha denunciato un cittadino gambiano 21enne per false attestazioni sull’identità personale e per inottemperanza alla normativa sugli stranieri e un cittadino spagnolo 33enne per resistenza a Pubblico Ufficiale.

A Pisa, un cittadino italiano 63enne è stato sanzionato poiché espletava i propri bisogni fisiologici sul binario: l’uomo, è stato sottoposto, inoltre, ad un ordine di allontanamento per le successive 48 ore dallo scalo ferroviario.

Articoli Simili