A Massa la Polizia scopre una donna con una bomba in cassaforte

Una donna massese, già sottoposta agli arresti domiciliari, è stata arrestata dai poliziotti della Squadra Amministrativa della Questura per detenzione di un ordigno bellico e detenzione illegale di un’arma comune da sparo. 

L’episodio è avvenuto nella serata di ieri, quando gli operatori della Polizia di Stato si sono recati presso l’abitazione della donna per eseguire il ritiro cautelare di alcune armi legittimamente detenute, a seguito della sottoposizione della stessa agli arresti domiciliari. Arrivati nell’abitazione tuttavia i poliziotti, oltre alle armi regolarmente denunciate, hanno rivenuto all’interno della cassaforte un revolver e una bomba illuminante, ancora attiva, tutt’oggi in dotazione all’esercito italiano, di cui ne è vietata la vendita e la detenzione da parte dei privati cittadini.

La signora è stata quindi tratta in arresto mentre il materiale ritrovato è stato immediatamente posto sotto sequestro e messo in sicurezza, in attesa della distruzione.

Nella stessa giornata gli agenti della Polizia di Stato della Squadra Volante della Questura di Massa Carrara, nel corso dei controlli del territorio, hanno denunciato alla Autorità Giudiziaria un cittadino massese del 1976, pregiudicato e già sottoposto ad avviso orale, perché, dopo avere provocato un sinistro stradale, oltre a non sottoporsi agli accertamenti etilometrici guidava con la patente scaduta. 

Total
20
Condividi
Lascia un commento
Total
20
Share
it_ITItalian

Aiutaci a mantenere libero e gratuito questo giornale.
Una persona informata contribuisce a migliorare il mondo!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: