27 Febbraio 2024, martedì
7.6 C
Fivizzano

Massa: ieri i primi 45 vaccinati per il Vaccine Day

Sono arrivate puntualissime ieri mattina, 27 dicembre, le prime dosi di vaccino anti-Covid destinati all’ospedale Apuane di Massa, dove come nel resto d’Italia si è tenuto un Vaccine Day simbolico con la vaccinazione del personale sanitario, con 45 somministrazioni effettuate a partire dalle ore 11.
I vaccini sono stati portati dal personale Gsv (Grandi Spedizioni Veloci) scortato da agenti di Polizia, che hanno accompagnato la borsa frigo con il prezioso carico fino al frigorifero, che poi è stato richiuso con un lucchetto come da procedura.
Prima di iniziare con le operazioni di vaccinazione il personale sanitario ha ripercorso in un breafing tutte le complesse procedure da compiere.

A Massa, quindi, in questa prima giornata, sono stati vaccinati:
12 medici
1 psicologo
8 infermieri
7 oss
5 ostetriche
5 tecnici di laboratorio
4 tecnici di radiologia
1 tecnico di neuro fisiopatologia
2 gesat (Gestione Sanità Toscana)

Il primo medico a vaccinarsi è stato Guido Bianchini, responsabile del reparto Covid, la prima infermiera è Maria Laura Lucchesi.
In tutto 45, come nelle altre sedi della Asl Toscana nord ovest, Livorno e Lucca.
Per l’Asl il direttore amministrativo Gabriele Morotti e il direttore dell’ospedale Giuliano Biselli
A rappresentare la Regione Toscana il consigliere speciale del presidente Giacomo Bugliani e il consigliere del presidente per le vaccinazioni Angelo Zubbani.
Nei prossimi giorni proseguirà la prima fase della campagna vaccinale, che vedrà coinvolti – oltre agli operatori del servizio sanitario regionale, gli ospiti e il personale delle Rsa delle case di cura, del volontariato, degli studi dentistici, delle farmacie, dei servizi appaltati.
Molti i candidati alla vaccinazione: solo negli ospedali dell’Azienda Usl Toscana nord ovest sono oltre 8.000.

Il deputato Cosimo Ferri ha dichiarato: “Una giornata importante , occorre lavorare insieme per non lasciare indietro nessuno, per essere capillari nella distribuzione, per creare una rete organizzativa efficiente. Informiamo i cittadini con la massima trasparenza sull’importanza del vaccino e sugli effetti positivi. E’ un passaggio delicato ed importante , l’obiettivo comune deve essere quello di garantire la protezione del vaccino per tutelare la salute di tutti e far ripartire l’economia e il motore dell’Italia. Non perdiamo tempo il Paese deve ripartire in sicurezza”.

News feed
Notizie simili