Massa, coppia coltiva marijuana: arrestata

Avevano allestito nella periferia di Massa una fiorente piantagione di marijuana, ma nel frattempo avevano già essicato e preparato per la vendita quasi dieci chili di cannabis indica, frutto della coltivazione dei mesi precedenti. Sono stati però scoperti e arrestati dai carabinieri.

Si tratta di una coppia di conviventi, 42 anni lui e 38 anni lei, originari di Carrara aveva da tempo allestito e curato una fiorente coltivazione di marijuana nella zona di via Arezzo. I continui movimenti della coppia presso un terreno agricolo di proprietà di un anziano del luogo, ha insospettito i carabinieri.
Infatti, già da alcuni giorni, i Carabinieri del Norm della compagnia di Massa monitoravano le proprietà dell’anziano, dopo aver scoperto che in quel terreno venivano coltivate piante di marijuana. I militari avevano anche accertato che a coltivare quelle piante erano probabilmente un uomo e una donna di Carrara che si recavano in trasferta in quella zona agricola della periferia del capoluogo.


Così ieri mattina i carabinieri, appostati nelle vicinanze, hanno notato un uomo di mezza età già conosciuto per i suoi trascorsi con la giustizia, il quale dopo aver attraversato un piccolo appezzamento di terreno, ha fatto ingresso in una serra posta nelle adiacenze di un edificio che la nascondeva in parte alla vista dei passanti. Nel corso del controllo i militari hanno accertato che, tra le coltivazioni di ortaggi, erano presenti un centinaio di piante di Marijuana all’interno di una serra più piccola. Dopo aver avuto la conferma che a coltivare quelle piante era proprio l’uomo visto entrare poco prima, i carabinieri sono passati all’azione ispezionando i vari ambienti tra cui un capanno situato nelle adiacenze del terreno.

Più tardi hanno perquisito anche all’abitazione della coppia, dove veniva accertata la presenza della convivente del quarantaduenne, complice del compagno nell’attività illecita. Proprio in casa i militari hanno trovato e sequestrato otto chili di marijuana già essiccata e pronta per la commercializzazione, oltre a 150 grammi di hashish (un panetto intero più alcune dosi), due bilancini di precisione e vario materiale per il confezionamento.


La coppia è stata dichiarata in arresto e, su disposizione del Sostituto Procuratore della Repubblica del Tribunale di Massa Alessia Iacopini, sottoposta agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida.
Dalle prime indagini è emerso che la coppia aveva preso in affitto, con regolare contratto, il terreno dall’anziano, che è risultato estraneo alla vicenda.


Nel corso dell’operazione, un uomo di 40 anni del luogo è stato segnalato alla Prefettura di Massa Carrara, per detenzione finalizzata all’uso personale di sostanza stupefacente. Sorpreso nei pressi del terreno agricolo è stato sottoposto a controllo e trovato in possesso di modeste quantità di marijuana e hashish del peso complessivo di circa 5 grammi.


La scoperta di ieri effettuata dai Carabinieri del capoluogo. Proprio nei giorni scorsi, solo per citare l’ultima operazione simile in ordine di tempo, sempre nel capoluogo massese, i militari avevano scoperto un’altra piantagione di cannabis ai margini del Frigido, che aveva portato al deferimento di un giovane pregiudicato locale, poi arrestato a seguito di provvedimento dell’autorità giudiziaria.

Ultime notizie

Disabilità visiva, aperto info point ANIC ad Aulla

L'info point Giovani ANIC è attivo da quest'anno anche ad Aulla, in Piazza Gramsci all'interno del palazzo comunale. Si tratta...