venerdì 24 Maggio 2024

Maltempo Toscana: tiene il sistema idraulico senza danni sul territorio.

Il Consorzio di Bonifica ha monitorato la fase di emergenza e tutta la struttura è stata pronta a intervenire su ogni parte del territorio. Lavoro intenso su tutti i territori per i tecnici e gli operai del Consorzio Bonifica 1 Toscana Nord, che hanno monitorato l’ondata di maltempo che colpito la Toscana da venerdì.
“Stiamo lavorando da ore in stretto contatto con il Genio civile e con i COC Comunali” – sottolinea il presidente del Consorzio, Ismaele Ridolfi – “per garantire il nostro puntuale contributo per tutti gli interventi che si rendono necessari durante il transito delle piene, per stasare ostruzioni e alleggerire il carico dei fiumi in piena, facendo tutto il possibile per evitare allagamenti ed esondazioni”.
Questi gli interventi punto per punto:
Lunigiana:  Accesa tutta la notte l’idrovora di Aulla, controllata a vista dagli uomini del Consorzio Bonifica la situazione dei livelli tra il fiume Magra e la città. L’idrovora consente infatti di drenare l’abitato di Aulla quando il fiume si ingrossa fino a superare l’altezza dell’area urbana. Non è stato necessario intervenire per taglio piante o rimozione di materiale negli alvei. Gli operai, tutti operativi hanno atteso richieste di intervento da parte dell’Unione di Comuni. La conta delle frane per dissesto idrogeologico sui versanti, inizierà, come consueto, al termine delle piogge.
Massa Carrara: Nessun intervento di emergenza da parte delle squadre operative durante la notte. Accesi gli impianti idrovori della Fossa Maestra (Carrara), Brugiano e Magliano (Massa) per alleggerire le zone interne e far defluire le acque di pioggia al mare. Posizionata la pompa mobile azionata dal trattore sulla foce del Fosso Poveromo che con la mareggiata e i venti di libeccio non riesce a defluire in modo autonomo.

Articoli Simili

Verified by MonsterInsights