L'iniziativa di Forza Italia e Azzurro Donna per il 25 novembre assieme ad una dolorosa testimonianza

“Il 25 Novembre è la giornata internazionale contro la violenza sulle Donne, su proposta mia, in qualità di Coordinatrice Provinciale di Azzurro Donna per la costa e del gruppo Consiliare Ronchieri – Benedetti, accolta positivamente dall’amministrazione, un monumento o una piazza della nostra città sarà illuminato di Rosso a ricordo di questa giornata e di tutte le donne che hanno subito violenza”. A scriverlo è Sonia Castellini, coordinatrice provinciale di Azzurro Donna.
“Tante le iniziative di Forza Italia che con Azzurro Donna sta portando avanti temi importanti per il mondo femminile e per contrastare la violenza di genere, una su tutte la proposta di legge denominata “Soccorso di Libertà” che verrà presentata ufficialmente nella conferenza stampa indetta proprio per il 25 Novembre (in diretta sulla pagina Facebook ufficiale Forza italia Toscana dalle ore 11.30)”.
“Come già detto il Comune di Massa dedicherà una illuminazione quella sera, ma lo faranno anche alcuni comuni della Lunigiana. Grazie alla Coordinatrice Prov.le per la Lunigiana, Giovanna Valeri, tutto il coordinamento ha chiamato a raccolta le proprie Donne che ogni giorno mettono tutto l’entusiasmo ed il loro impegno nelle le nostre battaglie ed è nato lo splendido “Collage di Sorrisi””.
“Un’altra Donna coraggiosa che ha vinto la sua battaglia per sé e per i suoi figli ci racconta la sua testimonianza affinché anche le altre siano spronate nel denunciare, perché oltre la violenza c’è la vita vera, si rinasce e si trova il coraggio e la serenità per riuscire a scrivere testimonianze come questa: “È difficile per me ripensare a ciò che per ben 10 anni ho subito, le angherie, i soprusi sia psicologici che fisici. Ormai sono passati proprio altri 10 anni e il dolore si è assopito, grazie anche al coraggio di un altro Uomo, non a caso scritto così, che mi ha curata e capita. All’epoca dei fatti ero poco più che maggiorenne, una ragazza piena di sogni e un po’ per contrastare la famiglia, un po’ per la morte di mio padre, mi sono rifugiata in una relazione sbagliata. Lui, più grande di me di 3 anni, si era fatto amare per quel senso di protezione che mi dava. Attenzioni e dolcezze non mancavano, ma ben presto, con la nascita del primo figlio quei momenti iniziarono a diradarsi. Dopo circa 2 anni arrivò anche il secondo, che purtroppo era molto cagionevole di salute e le sue condizioni ci portarono ad alcuni ricoveri. Da quel momento il baratro si apri sotto i miei piedi: schiaffi e minacce divennero la mia compagnia quotidiana. Per cercare di sistemare le cose ebbi la sbagliata idea di rimanere incinta per la terza volta. Nacque un altro bimbo, che fisicamente gli somiglia tanto, che però non aiutò nella gestione familiare questo nuovo arrivo, anzi la complicò. Minacce, insulti, schiaffi e botte e soprusi di ogni genere si ripeterono più volte, non solo nei miei confronti, ma anche verso miei figli. Non sapevo più come difendere me stessa e i bambini, non sapevo come sarei riuscita ad andare avanti. Arrivai al culmine il giorno in cui rinchiuse il piccolo in una camera perché aveva paura del temporale e pensava che così facendo la paura potesse passare ed un bimbo di soli 3 anni diventasse improvvisamente un uomo. Durante quel temporale aprii gli occhi e da quel momento riuscii ad allontanarmi, me ne andai e portai con me i miei bambini. Tornai da mia madre e ricominciai a vivere. Conobbi un ragazzo 2 anni dopo la mia separazione, grazie a lui ho ritrovato la fiducia nel genere maschile, ha curato le mie ferite e soprattutto si è innamorato dei miei figli, o meglio dei nostri figli. Ho trovato il coraggio di denunciare il mio ex compagno circa 9 anni fa, dopo una bruttissima telefonata in cui sono stata minacciata di essere sciolta nell’acido. E adesso posso urlare al mondo che io ce l’ho fatta, sono qua e sono viva, sono riuscita a cavarmela e come una fenice sono rinata dalle mie ceneri. Denunciate, fatelo, solo così potrete dire di essere tornate libere.”
Azzurro Donna contro la violenza sulle donne. #LIBEREDIESSERELIBERE
Total
0
Condividi
Lascia un commento
Articoli simili
it_ITItalian

Aiutaci a mantenere libero e gratuito questo giornale.
Una persona informata contribuisce a migliorare il mondo!