giovedì 18 Luglio 2024

La solidarietà del dottor Mambrini, da “Donatori di musica” a “Una mano per l’oncologia”

Tutto inzia nel 2009 quando l’allora primario di Oncologia a Carrara, Maurizio Cantore, accompagnato dall’aiuto, Andrea Mambrini, forti di alcune precedenti esperienze e di alcuni riscontri sulla efficacia della musica nelle terapie oncologiche, fondano l’Associazione “Donatori di musica”.

Un gruppo, lo proclama già la denominazione, che si prefigge di invitare artisti, cantanti, musicisti, attori, personalità del mondo letterario, che possano esibirsi ed intrattenere i pazienti regalando loro alcuni momenti di serenità. L’iniziativa dei due medici riscuote un successo tanto inaspettato quanto straordinario: in questi anni si sono esibiti oltre 400 artisti di fama nazionale ed anche internazionale, cantanti come Ron, Gabbani, Arbore, Paoli, PFM, Facchinetti, concertisti quali Giovanni Allevi, attori come Sergio Rubini, Vergassola, Sandrelli, Lella Costa. La partecipazione agli appuntamenti della Associazione “Donatori di musica” è diventata quasi il “gradino della notorietà”: se ti invitano, sei famoso, diversamente resti nell’anonimato.

Nel dicembre scorso nasce, forte dell’esperienza dei “Donatori”, un nuovo soggetto, la associazione ONLUS “Una mano per l’Oncologia” che si prefigge sostanzialmente di recuperare fondi per l’acquisto di attrezzature specifiche per il reparto e di creare iniziative che possano dare riscontri benefici e costruttivi per l’attività medico terapeutica del reparto stesso. Collateralmente, il pool medico conduce altri progetti sempre finalizzati al benessere dei pazienti quali il “Tea time”, sorta di riunione ludico-medico-terapeutica, condotta il giovedì mattina e finalizzata alla creazione di momenti di socializzazione e benessere nei pazienti oncologici.

Il presidente di questo nuovo progetto è Maurizio Cantore, primario di Oncologia all’ospedale di Mantova, il tesoriere è Andrea Mambrini, primario di Oncologia all’ospedale NOA di MAssa Carrara, il segretario è Claudio Graif, ex primario del reparto di Oncologia di Bolzano, e Roberto Prosseda, famosissimo pianista, è invece direttore artistico.

“Questa nuova associazione, ” Una mano per l’Oncologia” – ci confida il Dottor Mambrini – vive di donazioni. Negli ultimi mesi hanno avuto un grande ed importante impulso che ha permesso la realizzazione di alcune iniziative per il reparto dell’ospedale di Massa Carrara. Ultimamente, la sovvenzione di due finanzieri, Carlo Manca e Raimondo Piras, hanno consentito di completare il finanziamento di alcuni nuovi programmi. Il contributo, assai lusinghiero, deriva dalla loro personale rinuncia al regalo di congedo e di trasferimento di sede, maturato durante la festa di saluto. Una donazione che aldilà della sua consistenza assume quindi particolare rilievo per le connotazioni che la hanno determinata. “

“Terapie integrate in Oncologia” è il titolo di un convegno che l’istituto sta organizzando il prossimo ottobre.” Bologna è la sede del congresso nel quale si parlerà anche delle iniziative della associazione “Donatori di musica” e delle finalità della Onlus “Una mano per l’Oncologia”, con interventi mirati e dedotti dalla esperienze di Massa Carrara.

Articoli Simili