Addio a Gino Strada, fondatore di Emergency

Gino Strada

E’ morto il fondatore di Emergency Gino Strada, aveva 73 anni. “La notizia ci ha colto tutti di sorpresa, lasciateci riprendere dal dolore”: è il primo commento della presidente di Emergency Rossella Miccio che ha annunciato nelle prossime ore una nota dell’organizzazione.

“Difendere l’uomo e la sua dignità sempre e dovunque. Questa la lezione più bella di Gino Strada che non dobbiamo dimenticare mai. La mia vicinanza ai suoi cari e a tutta @emergency_on”, ha scritto il ministro della Salute Roberto Speranza.

Gino Strada era nato a Sesto San Giovanni, vicino a Milano, si era laureato in medicina e chirurgia all’Università Statale di Milano nel 1978, specializzandosi poi in chirurgia d’urgenza. Aveva iniziato a lavorare nell’ospedale di Rho, facendo pratica di trapianti del cuore fino al 1988. In quegli anni iniziò anche a indirizzarsi verso la chirurgia traumatologica e lavorò con la Croce Rossa in varie zone di guerra, tra cui Pakistan, Etiopia, Perù, Afghanistan, Somalia e Bosnia ed Erzegovina. Sulla base di queste esperienze fondò Emergency, nel 1994, insieme alla moglie Teresa Sarti che fino alla proprria morte, avvenuta nel 2009, era stata presidente dell’organizzazione.

Dopo la decisione degli Stati Uniti di fare guerra all’Afghanistan, in seguito agli attacchi dell’11 settembre 2001, Strada era stato uno dei principali critici dell’adesione dell’Italia all’intervento della NATO. A proposito dell’Afghanistan e della recente riconquista di diverse zone del paese da parte dei talebani, proprio oggi Strada aveva pubblicato un articolo sulla Stampa.

Total
1
Condividi
Lascia un commento
Total
1
Share
it_ITItalian

Aiutaci a mantenere libero e gratuito questo giornale.
Una persona informata contribuisce a migliorare il mondo!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: