giovedì 23 Maggio 2024

Prospettive dell’energia nucleare nelle elezioni Europee 2024: un’analisi dettagliata

Il  9 giugno 2024 , oltre  400 milioni di elettori  europei voteranno per determinare i  705 membri del Parlamento Europeo , in un’elezione che avrà un  impatto diretto sulle politiche energetiche  dell’Unione, incluse le discussioni sull’ energia nucleare . Questo voto è essenziale per orientare l’UE verso il raggiungimento della  neutralità carbonica entro il 2050 .

Il grafico illustra la  distribuzione prevista dei seggi tra le principali coalizioni politiche europee , con il Partito Popolare Europeo e l’Alleanza Progressista dei Socialisti e Democratici che si prospettano come leader influenti, pronti a  guidare le politiche energetiche dell’UE verso il nucleare o le energie rinnovabili .

Strategie energetiche nel Centro-destra Europeo: visioni condivise su sicurezza e autonomia

Il  centro-destra europeo , guidato dai  Conservatori e Riformisti Europei (ECR)  e dal  Partito Popolare Europeo (PPE) , ha un ruolo fondamentale nel promuovere l’ energia nucleare  di nuova generazione. L’ ECR , sostenuto in modo significativo da Giorgia Meloni di  Fratelli d’Italia ,  spinge per un’agenda energetica che favorisce il nucleare avanzato , mirando a ridurre la dipendenza europea dai combustibili fossili con t ecnologie all’avanguardia come i reattori a sali fusi e la fusione nucleare .

L’approccio dell’ECR al nucleare è orientato a  rafforzare l’indipendenza e l’autonomia energetica dell’Europa , mirando a rendere il continente meno vulnerabile a influenze esterne. Questo impegno è stato sottolineato dal ministro dell’Impresa e del Made in Italy, Adolfo Urso, durante il convegno  “L’energia nucleare di nuova generazione, sicurezza, economicità, tutela dell’ambiente”  a Roma. Urso ha evidenziato l’importanza di un approccio razionale all’energia, specialmente in risposta  all’instabilità energetica aggravata da tensioni geopolitiche recenti , come l’invasione della Russia in Ucraina.

Sia l’ECR che il PPE devono navigare le  critiche ambientaliste relative ai rischi dei rifiuti nucleari e alla sicurezza degli impianti , promuovendo innovazioni tecnologiche per garantire un utilizzo sicuro e sostenibile dell’ energia  nucleare. La possibile collaborazione tra i partiti illustra un forte impegno congiunto nel promuovere una politica energetica che non solo mira a consolidare l’indipendenza energetica europea ma anche a  presentare il nucleare come una soluzione affidabile per le future sfide energetiche .

Tra gli altri partiti facenti parte del centro destra  Identità e Democrazia (ID) , con esponenti come Marine Le Pen e Matteo Salvini,  non uniforma le proprie politiche sul nucleare , riflettendo così la diversità interna al gruppo e sottolineando la  tensione tra sovranità nazionale e politiche energetiche condivise .

La Sinistra Europea e la sua visione energetica: tra rinnovabili e nucleare

Elly Schlein, alla guida del  Partito Democratico , simboleggia l’opposizione dell’ Alleanza Progressista dei Socialisti e Democratici (S&D)  all’ energia  nucleare. Predominante in queste elezioni,  S&D favorisce una visione di un’Europa rinnovabile , spingendo per l’ eliminazione del nucleare  e promuovendo energie completamente pulite. Questo impegno si manifesta nel loro attivo supporto legislativo nel Parlamento Europeo per orientare gli investimenti verso rinnovabili ed efficienza energetica, rispondendo alle urgenti preoccupazioni ambientali.

Nello stesso modo, i  Verdi/ALE ,   perseguono una linea fermamente anti-nucleare , promuovendo una  transizione veloce verso fonti energetiche sostenibili  mentre  Renew Europe , comprendendo partiti come Azione, mantiene una posizione equilibrata,  accogliendo il nucleare nel mix energetico  come parte della strategia per raggiungere zero emissioni nette entro il 2050. Questo gruppo sostiene che  tecnologie nucleari moderne possano coesistere con il rinnovabile , formando un sistema energetico robusto e sostenibile.

Centrismo e politiche energetiche: il caso del Movimento 5 Stelle

Movimento 5 Stelle  facente parte della coalizione  Non Iscritti  promuove un  rifiuto categorico del nucleare , criticando le politiche UE che includono il nucleare come sostenibile e spinge verso un futuro più verde attraverso energie alternative come l’eolico, il  fotovoltaico  e il solare.

Contesto attuale del nucleare in Europa

Il contesto attuale del nucleare in Europa evidenzia divergenze marcate tra i paesi membri riguardo l’adozione e il disinvestimento di questa forma di  energia .

  • La Francia, uno dei principali sostenitori del nucleare, prosegue all’ammodernamento della sua flotta di reattori esistenti e ha in programma la costruzione di nuovi impianti;
  • La Finlandia ha inaugurato nel 2021 Olkiluoto 3, il più grande reattore in Europa;
  • Polonia e Ungheria stanno pianificando lo sviluppo di nuovi progetti nucleari per ridurre la loro dipendenza dai combustibili fossili;
  • La Germania, al contrario, ha concluso la sua dismissione nucleare nel 2022, chiudendo l’ultimo dei suoi reattori;
  • La Spagn a prevede di dismettere tutti i suoi reattori entro il 2035;
  • In Italia, il sentiero antinucleare è stato riaffermato da due referendum cruciali: il primo nel 1987, scatenato dall’incidente di Chernobyl, e il secondo nel 2011, seguito al disastro di Fukushima, che ha solidificato la decisione nazionale di abbandonare il nucleare.

Il nucleare rimane ancora un punto di contenzione, con  visioni contrapposte  che sottolineano l’ importanza delle decisioni politiche imminenti  per il futuro energetico e ambientale del continente.

Le  elezioni 2024  saranno cruciali nel  definire l’orientamento dell’Unione Europea  e determineranno se l’Europa perseguirà un approccio più verde o continuerà a integrare il nucleare nel suo mix energetico. I  partiti italiani avranno un ruolo chiave , potendo influenzare le politiche energetiche dell’UE.

Fonte:  https://www.prontobolletta.it/news/nucleare-elezioni-europee-2024/

Redazione
Redazione
Desk della redazione, con questo account pubblichiamo comunicati stampa, eventi e notizie di carattere regionale e nazionale
Verified by MonsterInsights