giovedì 20 Giugno 2024

Castello di Terrarossa: intervento del Parco nazionale dell’Appennino

Maggiore valore per il Castello di Terrarossa, situato nella frazione omonima del comune di Licciana Nardi, in provincia di Massa-Carrara. È stato, infatti, concluso in questi giorni un progetto del Parco nazionale dell’Appennino tosco emiliano che mira a preservare e promuovere il valore storico, culturale e turistico di questa antica fortezza.

Il Castello di Terrarossa sorse tra il XVI e il XVII secolo come opera fortificata di pianura con compiti di controllo della Via Francigena. La sua imponenza si riflette nelle possenti mura articolate attorno a un cortile quadrangolare, quattro baluardi angolari e un portale ad arco in conci di pietra arenaria. Questa struttura, eretta da Fabrizio Malaspina, controllava la strada postale per Milano e la barca sul fiume Magra che portava nel tresanese.

Per quanto poco conosciuto, nei decenni passati il Castello di Terrarossa fu oggetto di importati restauri; il suo interno ha caratteri monumentali, compreso il grande cortile e un vasto spazio ombreggiato.

“Questa costruzione seicentesca merita una collocazione di tutto rispetto all’interno della Riserva di Biosfera dell’Appennino tosco-emiliano – spiega Fausto Giovanelli, coordinatore della stessa Riserva Mab Unesco -. Il progetto attuato dal Parco Nazionale dell’Appennino ha previsto alcune sottolineature che evidenziano questa nuova collocazione, ma che lo rendono anche più accessibile e accogliente come luogo unico”.

Ora, all’interno del castello è stata realizzata una seduta centrale, in linea con i canoni costruttivi, rivestita in lastra metallica con seduta in pietra. Una seduta che non solo segnalerà la presenza del castello, ma darà anche un punto di incontro e di riposo per i visitatori. Quindi sono stati posizionati vasi di terracotta con oleandri, piante note nell’antichità per la loro tossicità ma anche particolarmente resistenti a caldo e siccità: i loro fiori aggiungeranno un tocco di bellezza e colore all’ambiente circostante. Sono stati acquistati anche tavoli e sedie da esterno che permetteranno i visitatori di godere della vista panoramica e di trascorrere piacevoli momenti all’aperto.

Il costo totale del progetto è ammontato a 20.000 euro.

Articoli Simili