27 Febbraio 2024, martedì
8.6 C
Fivizzano

Il Cai di Massa condanna il danneggiamento di mezzi nella cava dell’Acqua Bianca

Il Club Alpino Italiano di Massa condanna l’azione che ha portato al danneggiamento di mezzi meccanici all’interno della cava dell’Acqua Bianca in Carcaraia nel comune di Minucciano.

“Nello stesso tempo – afferma il Cai – prendiamo le distanze da coloro che in modo imprudente provano a collegare l’accaduto con le legittime contestazioni ambientali legate alle attività di escavazione.
Riteniamo che non ci sia alcuna correlazione tra quello che è successo in cava Acqua Bianca e il diritto alla salvaguardia dell’ambiente.


Fare dichiarazioni del genere mentre l’indagine è aperta e le forze dell’ordine stanno approfondendo quanto è accaduto non contribuisce certo a rendere sereno il clima e soprattutto non contribuisce a determinare la verità.


Purtroppo dobbiamo constatare che nel versante Garfagnino delle alpi Apuane è il terzo atto ‘anomalo’ negli ultimi 8 mesi che coinvolge attori del mondo dell’escavazione.
Come Club Alpino Italiano non ci permettiamo né di fare illazioni sugli esecutori, né tanto meno sulle modalità con le quali l’atto si è consumato: certamente quel tipo di azione non rientra nella cultura di azione degli ambientalisti“.

Redazione
Redazione
Desk della redazione, con questo account pubblichiamo comunicati stampa, eventi e notizie di carattere regionale e nazionale
News feed
Notizie simili