Asia vibes: 4 bevande dall’Oriente diventate veri e propri trend

Negli ultimi anni diverse bevande asiatiche stanno spopolando in Occidente. La moda è dettata dall’aspetto caratteristico di queste bibite, spesso dai colori bizzarri e la consistenza curiosa, che ne fanno un prodotto da consumare almeno una volta nella vita.

Bevande dall’Oriente: vediamone alcune

Il Golden Milk è una bevanda molto salutare, perché ha come ingrediente principale la curcuma, che le fornisce un colore giallo simile all’oro. Questa spezia ha proprietà antiossidanti e antinfiammatorie, e può essere ricondotta nell’alveo dell’ayurveda, medicina indiana. Consumarla ha molti vantaggi per la salute e per averne una panoramica completa è possibile consultare la guida alle proprietà della curcuma messa a disposizione da siti come Shop Farmacia, ad esempio. Il Golden Milk è caldo o tiepido, con l’aggiunta di latte a spezzare le note forti della curcuma, più pepe nero, burro chiarificato e miele. La base è la pasta di curcuma, ottenuta mescolando la spezia in polvere con acqua calda.

Il Bubble Tea è nato a Taiwan negli anni Ottanta. Il nome fa riferimento alla gomma da masticare, dato che la bevanda di cui parliamo non si beve solamente, ma si mastica. Gli ingredienti di base sono il tè nero, il latte e le perle di tapioca (gluten free), di consistenza gelatinosa, con un gusto simile alla liquirizia. Oltre all’abbinamento con il latte, c’è quello con yogurt, succhi di frutta vari e, in estate, con il gelato. Può essere servito caldo o freddo. Per quanto riguarda i topping, al posto della tapioca si possono utilizzare i popping boa, perle trasparenti ripiene di sciroppi.

Il Matcha Latte è una sorta di cappuccino dal colore verde: si tratta di un latte caldo e montato, aromatizzato al tè matcha. Quest’ultimo si trova sotto forma di polvere e ha numerose proprietà benefiche. Il gusto è simile a quello del tè verde, ma più dolce e deciso. È più abbondante di un cappuccino (generalmente attorno ai 240 ml) e, oltre alla polvere di tè, sono presenti latte (vaccino o vegetale), zucchero e acqua. La polvere di matcha è originaria della Cina imperiale, molto pregiata. Il metodo di preparazione è giapponese, dato che la bevanda è centrale nella cerimonia del tè, un rito spirituale.

Il Cheese Tea è ormai di tendenza negli Stati Uniti, nonostante sia forse la bevanda – tra tutte – più bizzarra. È un tè freddo, verde o nero, ricoperto da uno strato schiumoso di latte (facoltativo) e crema di formaggio e sale. Il gusto particolare della bevanda la rende molto versatile e in grado di accompagnare sia colazioni dolci che salate. Nato a Taiwan, si è diffuso in Cina nel 2012, per poi arrivare a Hong Kong, Singapore e Malesia. Ora sta sbarcando prepotentemente negli Stati Uniti dove esistono Cheese Tea store. Le varianti americane sono numerose, a partire dalla preparazione con il cheddar e la panna montata.

Ultime notizie

Droga in un locale del centro, operazione della Polizia

Prosegue l’attività preventiva e di controllo del territorio della Polizia di Stato, in collaborazione con equipaggi del Reparto Prevenzione...