4 Marzo 2024, lunedì
5.7 C
Fivizzano

Annalisa Folloni eletta presidente della Comunità di Parco dell’Appennino tosco-emiliano

È Annalisa Folloni, sindaca di Filattiera, la nuova presidente della Comunità del Parco nazionale dell’Appennino tosco emiliano. Succede a Giuseppe Delsante,il vicepresidente che ha retto le funzioni dell’organo collegiale del Parco, dopo la scomparsa, a giugno 2021, del sindaco di Bagnone che lo presiedeva.

“Ed è proprio nel segno di continuità con la propositività del compianto Carletto Marconi – afferma la sindaca Folloni – che vorrò esercitare il mio mandato in questo ruolo per il quale, da subito, ringrazio per la fiducia accordata le quattro province, le unioni e i sindaci delle due regioni”.
Ad eleggerla, all’unanimità, alla guida di questo organo di governo del Parco, sono stati proprio i rappresentanti istituzionali di tutti gli enti locali (Comuni, Unioni, Province) su cui si estende il Parco nazionale e delle Regioni Toscana ed Emilia Romagna.

“Ci sono alcune sfide che, la modernità del Parco ci chiama a governare – afferma la neopresidente che, di fatto, affianca il presidente Fausto Giovanelli e la vicepresidente Raffaella Mariani -. Primo tra tutti, credo, quello della coesione tra territori. Su questo campo si sta facendo molto, ma credo che il Parco nazionale possa fornire un forte impulso alla tenuta della popolazione e alla tutela dell’ambiente e, anche, al contrasto al dissesto idrogeologico”.

“La stessa istituzione della Riserva di Biosfera dell’Appennino tosco emiliano – prosegue la presidente Folloni – va in questa direzione. Certo, abbiamo bisogno di servizi, strade, sanità: ma già da tempo, ad esempio con Anci Toscana, stiamo lavorando per creare una rete ancora più efficace con Federparchi, Parchi, Comuni e le loro comunità”.

Sono ulteriori le possibilità che possono essere colte. Infatti, secondo la neopresidente: “occorre rafforzare i rapporti con la Regione Toscana perché, ad oggi, i finanziamenti erogati ai progetti del Parco sui territori, sono ancora decisamente inferiori a quelli che provengono dall’Emilia-Romagna. Il Parco nazionale, infatti, è un valore premiante per i nostri Comuni che vogliono essere protagonisti, a riguardo. Parole d’ordine per il futuro, pertanto, saranno green community, sviluppo sostenibile, identità, tutela ambientale e turismo anche nelle nostre aree interne”.

“Auguriamo a Annalisa Folloni buon lavoro – commenta Fausto Giovanelli, presidente del Parco nazionale dell’Appennino –. La Comunità di Parco è l’organo più rappresentativo del nostro ente, designa la metà dei rappresentati del direttivo ed esprime un parere obbligatorio sull’approvazione del bilancio. Con la sindaca Folloni, che ha accompagnato e sostenuto attivamente la nascita del Parco e la creazione Riserva Mab Unesco ancor prima di essere sindaca, ora ha una nuova valida guida forte di esperienza amministrativa di qualità”.

Redazione
Redazione
Desk della redazione, con questo account pubblichiamo comunicati stampa, eventi e notizie di carattere regionale e nazionale
News feed
Notizie simili