martedì 25 Giugno 2024

La seconda estate di WOMEN – Voci di donne

La musica è costellata di grandissime interpreti, ma spesso si dimentica che molte di loro sono anche autrici di grande bravura e musiciste straordinarie.

Women – Voci di donne” vuole mettere al centro 9 grandi artiste del panorama musicale nazionale e internazionale che si esibiranno in concerto – dal 12 luglio al 20 agosto – in 9 luoghi unici del territorio spezzino.

Il festival è realizzato in collaborazione con i Comuni di La Spezia, Sarzana, Lerici, Castelnuovo Magra, Luni, Santo Stefano di Magra, Ameglia, Monterosso al Mare, Bolano e ha il sostegno di Fondazione Carispezia

Il programma

12 luglio

Sarzana – Fortezza Firmafede

FRANCESCA MICHIELIN

Originaria di Bassano del Grappa, Francesca Michielin è nata il 25 febbraio 1995. Inizia a dedicarsi alla musica sin da bambina: studia pianoforte, basso e canto, esibendosi anche insieme ad alcuni cori. È nel 2011 che la Michielin inizia a farsi conoscere al pubblico partecipando a X Factor e aggiudicandosi la vittoria del talent. Il più alto gradino del podio tra le fila del contest targato Sky è il trampolino di lancio per la cantante e per il suo singolo di debutto, Distratto, scritto da Elisa e Roberto Casalino, che esce nel 2012 e anticipa l’EP Distratto, composto per la maggior parte da cover. Dopo un tour poco convenzionale (tutto in chiave techno), nel corso del quale si esibisce in un set elettronico, la Michielin lancia un nuovo progetto, un album che la vede collaborare con un artista diverso per ognuna delle tracce in scaletta. Si intitola Feat (stato di natura) ed esce nel febbraio 2020. Tra i colleghi coinvolti ci sono, tra gli altri, Fabri Fibra, i Coma_Cose, Max Gazzè, Giorgio Poi, Elisa e Dardust. Nel 2021 fa nuovamente squadra con Fedez e prende parte alla 71esima edizione del Festival di Sanremo con il brano Chiamami per nome. Il brano è incluso nella ristampa di Feat (stato di natura).

18 luglio

Bolano – Piazza S. Maria 

GINEVRA DI MARCO   

Lo spettacolo rende omaggio alle “donne guerriere” del nostro tempo. Vere combattenti che, con le loro scelte e la loro stessa vita, sono diventate pagine autentiche e indelebili della nostra memoria. Sulla scena Ginevra Di Marco e Gaia Nanni che, accompagnate da Francesco Magnelli al pianoforte e magnellophoni e da Andrea Salvadori alle chitarre, tzouras e elettronica, in un racconto originale e coinvolgente, daranno vita a dialoghi, monologhi e canzoni inedite e canzoni di tradizione popolare. Lo spettatore verrà a contatto con le vite di chi ha saputo costruire il proprio futuro e di chi, come molti, cerca di immaginare e il proprio. Donne operaie, militanti della parola e della canzone, passando da Rosa Balistreri a Caterina Bueno, per tornare a Ginevra e Gaia e, tramite loro, a tutte le donne di oggi. Un racconto collettivo ironico e profondo che lega “noi” e “loro” con tante parole e musiche dal vivo, che ci facciano ancora ballare e ritrovare insieme.

22 luglio

Santo Stefano di Magra – Ex Ceramica Vaccari  

PATRIZIA LAQUIDARA E MARCO PAOLINI

Boomers è una sorta di banca della memoria in forma di gioco, disegnato da chi quel piccolo mondo non l’ha vissuto ma solo reinventato. Tutto si svolge nel bar della Jole, tornano i personaggi degli Album di Paolini ma nulla è più come prima. Sono ancora tutti giovani ma ovviamente, non sono più reali, sono personaggi di una storia, incontrati in un gioco, che costringe al movimento continuo, ad uccidere per non essere ucciso, per proseguire nel gioco. Si muore continuamente in Boomers, ma non è grave, tocca solo ricominciare da capo. Nel bar della Jole, quando Jole canta succede qualcosa… il meccanismo del gioco costringe a muoversi, ad agire anche se si vorrebbe star fermi, ad aspettare… Boomers tira fuori conflitti, dinamiche, percorsi, errori storici, occasioni perdute del passato prossimo, di una generazione che ha avuto un impatto pesante sul pianeta sia in termini ecologici che in termini tecnologici ed economici. Ma nel contempo una generazione che ha prodotto menti brillanti, personalità, energie e idee che quell’impatto hanno cercato di combatterlo. Le nuove tecnologie mettono in crisi la trasmissione dell’esperienza e la funzione maieutica della memoria.

23 luglio

La Spezia – Piazza Europa 

DRUSILLA FOER

Drusilla Foer è un personaggio di finzione, nato dalla mente del fotografo e performer toscano Gianluca Gori, il quale ha dichiarato: “Quando ho scoperto un personaggio così chiaro, ho pensato che tutti dovessero conoscerla e ho spinto la signora a farsi più visibile. Ammetto che vorrei essere come lei”. 

Drusilla Foer è una narratrice – come lei stessa ama definirsi – con un curriculum di tutto rispetto. La sua notorietà arriva dal web – in particolare da YouTube e Facebook – ma negli ultimi anni ha saputo destreggiarsi abilmente tra piccolo e grande schermo nelle vesti di attrice e presentatrice. Per quanto riguarda il cinema, ha partecipato al film di Ferzan Özpetek Magnifica presenza (2012) nel ruolo di Ennio, mentre recentemente è stata nelle sale italiane con Sempre più bello, ultimo capitolo della trilogia di Claudio Norza.

L’esperienza in televisione è invece più variegata: nel 2012 la sua eleganza ha catturato il piccolo schermo con la partecipazione al programma Show Must Go Off di Serena Dandini. Successivamente è stata giudice di Strafactor, parodia del celebre talent show in onda su Sky, e ospite fissa di Pietro Chiambretti in Matrix e CR4 – La Repubblica delle Donne. Tra gli spettacoli dal vivo ricordiamo invece Venere nemica. Una favola – come lei stessa la definisce – ispirata alla storia di Apuleio Amore e Psiche. Madame Foer interpreta Venere, dea un po’ disperata e invecchiata che vive a Parigi, tra gli umani. Lo spettacolo – atipico e coinvolgente – è una storia di suocere, di competizione tra donne e uomini traditi.

25 luglio

Montemarcello (Ameglia) – Piazza XIII Dicembre  

CARMEN SOUSA

Carmen Souza è nata a Lisbona in una famiglia cristiana di Capo Verde. Molto presto sperimenta la sensazione di “Sodade” di aver perso qualcuno con la lunga assenza di suo padre a causa del suo lavoro in mare. Cresce in un ambiente linguistico misto di creolo, il dialetto di Capo Verde, che i suoi genitori parlavano a casa e il portoghese, sempre circondata dallo stile di vita di Capo Verde. Theo Pascal, il suo produttore e mentore e uno dei migliori bassisti del Portogallo, scopre il suo talento e introduce Carmen al jazz e ad altre sonorità contemporanee che hanno influenzato notevolmente il suo sviluppo musicale. Carmen Souza è in tournée in tutto il mondo dal 2005 e ha suonato in festival come The North Sea Jazz Festival, Leverkusener Jazztage, San Francisco Jazz Festival e molti altri. I suoi primi concerti a Capo Verde hanno ricevuto ottime recensioni da parte della stampa e del pubblico e tutti hanno riconosciuto il suo posto speciale e unico nella cultura musicale capoverdiana. Nel 2013 Carmen Souza ha vinto il titolo di Migliore cantante femminile e Migliore Morna con l’album Kachupada ai Grammys del Capo Verde – Cabo Verde Music Awards 2013. Indubbiamente, è una vera forza musicale mondiale e una delle cantanti jazz più richieste in Europa, come qualcuno ha detto: “Carmen Souza non deve decidere se la sua musica è jazz o “World Music”. Il suo stile è unico quanto convincente e le sue radici capoverdiane evidenti quanto il suo desiderio di creare una nuova lingua sotto il etichetta di “World Jazz”. Carmen Souza canta nel suo dialetto creolo nativo con un’intimità, una sensualità e una vivacità, caratterizzate da un’enorme leggerezza di tocco. La sua musica ha una semplicità ingannevole, una chiarezza rara, derivata da un mix unico di influenze dal suo background di Capo Verde al jazz e all’anima moderna creando questo ibrido meravigliosamente vibrante, in gran parte acustico, accessibile.

29 luglio

Castelnuovo Magra – Piazza Querciola  

DULCE PONTES

Dulce Pontes, cantante portoghese dalle corde vocali cristalline, ha rilanciato il fado, il genere che Amalia Rodrigues portò alla ribalta mondiale. Conquistando anche il maestro Ennio Morricone, che l’ha voluta per reinterpretare i suoi temi. Ecco la sua storia, le sue parole e la sua musica.

12 agosto

Monterosso al Mare – Molo dei Pescatori 

FRIDA BOLLANI

Frida Bollani è una pianista e cantante di talento, nota per essere la figlia di Petra Magoni e del grande Stefano Bollani, unanimemente ritenuto uno dei più grandi compositori italiani della nostra epoca. Sebbene ottenere l’indipendenza artistica sia sempre difficile quando si ha genitori di tale fama, la giovane ha già saputo ritagliarsi un posto sotto le luci dei riflettori. In particolare, nel corso degli ultimi anni si è esibita fin qui in ambito teatrale, nei principali palcoscenici italiani.

13 agosto

Luni – Anfiteatro romano 

AMARA E SIMONE CRISTICCHI

Torneremo ancora è un viaggio musicale alla ricerca dell’essenza nella confusione della modernità, un rapimento – mistico e sensuale – tanto necessario in questo tempo in cui viviamo. Uno spettacolo ispirato al repertorio mistico del grande Maestro, in cui i due artisti si rendono interpreti con grazia e rispetto dei messaggi spirituali che ne hanno reso immortale l’opera. Un’occasione per riscoprire un’eredità preziosa, in una nuovissima veste arrangiata dal Maestro Valter Sivilotti.

20 agosto

Lerici – Piazza San Giorgio  

PETRA MAGONI E FERRUCCIO SPINETTI

Un incontro fortuito voluto dal destino tra Petra Magoni e Ferruccio Spinetti, e nel 2023 il duo festeggia 20 anni da quella data. Il loro primo concerto insieme, nel 2003, ottiene un tale successo che i due protagonisti di questo “Voice’n’bass” combo, nel giro di qualche settimana, mettono insieme un intero repertorio composto dalle canzoni che più amano e, di slancio, registrano in una sola giornata il loro primo album “Musica Nuda”, titolo che darà poi il nome anche al loro duo. Musica Nuda è un progetto musicale eclettico, magistralmente capace di riportare all’essenziale le sonorità, scovando al loro interno un significato più profondo, una collaborazione piena d’alchimia nel suo ibrido di jazz, canzone d’autore, rock, punk e musica classica. In 20 anni Petra e Ferruccio hanno realizzato più di 1500 concerti in giro per il mondo, riuscendo a raggiungere anche spazi prestigiosi in tutta Europa, tra cui l’Olympia di Parigi, l’Hermitage di San Pietroburgo, il Tanz Wuppertal Festival di Pina Bausch in Germania fino ad arrivare negli Stati Uniti, in Perù, in Giappone e a Dubai; hanno prodotto otto dischi in studio, tre dischi live e un dvd. Un connubio artistico straordinario che è valso loro la Targa Tenco nel 2006, il premio per Miglior Tour al Mei di Faenza 2006 e Les quatre clés de Télérama, in Francia, nel 2007.

INFOLINE  0187/648366

PREVENDITE SU VIVATICKET E TICKETONE 

WWW.AD-EVENTI.IT

Articoli Simili