Una casetta, uno stereo, penne e matite per il centro di socializzazione di Moncigoli

Mancano poche ore a un Natale che si preannuncia molto diverso dal solito. Ma anche in tempi di pandemia, non mancano i bei gesti di solidarietà.
Come quello della Società filarmonica “Giuseppe Verdi” di Gassano di Fivizzano, che ha donato una casetta da esterno, uno stereo e un set di colori, penne e matite al Centro di socializzazione handicap di Moncigoli di Fivizzano, gestito dalla Società della Salute della Lunigiana.
Un gesto di grande semplicità e molto gradito ai 13 ospiti del Centro e ai quattro operatori alle dipendenze della cooperativa Aurora Domus: Maria Giulia Galli, Donatella Cardellini, Mara Zangani e Andrea Pierotti, che rivolgono un grazie di cuore alla Società filarmonica “Giuseppe Verdi”.
Il Centro di socializzazione è nato nel settembre 1993 a Fivizzano, per essere poi trasferito a Moncigoli, nella vecchia scuola elementare, nell’aprile 2004.
La struttura, chiamata “Facciamo centro”, ospita portatori di handicap e la sua finalità è quella di potenziare la loro autonomia nell’ottica di una crescita dell’autostima.
Gli ospiti sono impegnati in attività come la lavorazione della creta, la legatoria, la falegnameria, la realizzazione di prodotti in gesso, il decoupage, il feltro e la bigiotteria; così facendo, possono partecipare a mercati per autofinanziare piccoli acquisti e gite.
Ed è anche molto ben integrato sul territorio, con gli abitanti della comunità di Moncigoli che non mancano di manifestare il loro affetto a ospiti e operatori anche in questi tempi difficili, lasciando cioccolatini, caffè e panettone fuori dall’ingresso del Centro.

Lascia un commento
Total
0
Share
it_ITItalian

Aiutaci a mantenere libero e gratuito questo giornale.
Una persona informata contribuisce a migliorare il mondo!