lunedì 27 Maggio 2024

Turismo e sentieristica: a Licciana Nardi recuperato l’antico collegamento che va dal ponte romanico a Castel del Piano

Conclusi i lavori relativi al progetto di valorizzazione in termini di pubblica utilità delle aree boscate nel capoluogo e in area Parco Appennino Tosco-Emiliano nel Comune di Licciana Nardi. Gli interventi, interamente finanziati con Fondi Europei PSR attraverso la misura 8.5, sono volti a migliorare e a tutelare l’importante patrimonio naturale, garantendone la piena fruibilità alla collettività ed esaltando il valore sociale, turistico ed ambientale che questi meravigliosi luoghi sono in grado di offrire.

All’interno di questo progetto la maggior parte degli interventi sono stati realizzati lungo la strada Comunale che da Via dell’Ostarro a località Piano. Fondamentale l’opera di recupero del ponte di origine romanica sul fiume Taverone che consente di raggiungere località il Piano per un percorso che si estende per oltre 400 metri.

“L’obiettivo dell’amministrazione è quello di valorizzare e restituire alla comunità non solo aree boscate con funzione ricreativa, ma anche didattica e culturale in grado di dare risposte concrete al tema del turismo, soprattutto quello slow. Un investimento in cui abbiamo creduto sin da subito – commenta il sindaco di Licciana Nardi Renzo Martelloni – e che offre una nuova opportunità a tutti, turisti e residenti, per godere delle bellezze e delle opportunità che offre il nostro territorio. Un lavoro importante che prosegue quello che è il nostro programma di promozione turistica del nostro Comune. Lungo il nuovo percorso da fare finalmente in tutta sicurezza, i visitatori potranno anche godere di un vecchio lavatoio recuperato dal Comune e ora gestito dalla Comunità del Piano”.

Nel dettaglio, il progetto ha previsto: oltre alla pulizia dei sentieri, il ripristino di vecchi ciottolati con nuovi ciottolati, realizzazione di nuove strutture di protezione quali staccionate, corde e corrimano, aree di sosta con panchine, palificate in legno, miglioramento punti di ristoro e punti di osservazione, installazione di cartellonistica e segnaletica informativa attraverso l’inserimento di bacheche e pannelli, il tutto per un investimento totale di circa 125mila euro.

Articoli Simili

Verified by MonsterInsights