mercoledì 29 Maggio 2024

Taglio della guardia medica, Forza Italia presenta interrogazione alla Regione

Il capogruppo di Forza Italia in Regione Toscana Marco Stella ha presentato un’interrogazione sulla questione del taglio alla guardia medica per avere risposta dal presidente Eugenio Giani e dall’assessore alla salute Simone Bezzini.

“Nelle zone periferiche e marginali della Toscana questa misura avrebbe effetti ancora più negativi, poiché determinerebbe per i medici in continuità assistenziale una scure di ben otto ore a fronte di lunghi spostamenti – scrive Stella – A livello economico la guardia medica operante passerebbe ad un compenso di 90 euro lordi, ovvero circa 50 euro netti, sempre a fronte di lunghi spostamenti”.

Nell’atto Stella sottolinea inoltre come “molti medici sarebbero indotti a non prestare servizio in continuità assistenziale sia per motivi logistici, sia per motivi economici”.E per questo chiede ” Se sia prossima la deliberazione, da parte della Giunta Regionale, di una riorganizzazione/taglio del servizio di continuità assistenziale meglio conosciuto come Guardia medica”.  

Intanto in Lunigiana comincia la mobilitazione con il sindaco di Tresana Matteo Mastrini sulle barricate: “Tagliare per otto ore notturne il servizio di Continuità Assistenziale significa anche intasare il 118 e il Pronto Soccorso! Ed è pensabile che persone anziane e sole siano lasciate ad un call center? Chi svolge il servizio potrebbe spiegarci bene perché e quanto sia irrinunciabile”.

Articoli Simili

Verified by MonsterInsights