14 Aprile 2024, domenica
17.8 C
Fivizzano

Successo per il “sabato dell’ambiente”, da Pisa alla Lunigiana

Una grande festa di partecipazione. Si può riassumere così l’ultimo 
“sabato dell’ambiente”, che lo scorso fine settimana ha visto protagonisti i 
volontari di tante associazioni, lungo i corsi d’acqua del territorio, 
impegnati al fianco del Consorzio 1 Toscana Nord nella raccolta di rifiuti e 
plastiche da alvei e argini, all’interno del progetto “Salviamo le 
tartarughe marine, salviamo il Mediterraneo”. 

“In sicurezza, con mascherine e distanziamenti, sono stati davvero 
molti i cittadini che non hanno voluto mancare a questo appuntamento, che 
ormai si ripete ogni ultimo sabato del mese – spiega il presidente del 
Consorzio, Ismaele Ridolfi – Si tratta degli attivisti delle associazioni 
che sono con noi convenzionate: ogni trenta giorni, i volontari percorrono 
il corso d’acqua che hanno adottato. Lo perlustrano, e ci segnalano 
prontamente eventuali problemi idraulici: come alberi attraversati, rotture 
arginali o quant’altro. Contemporaneamente, raccolgono anche i rifiuti 
presenti: un modo concreto per evitare che le plastiche finiscano, tramite 
le foci, in mare. In questo modo, centriamo insieme due importanti 
obiettivi: da una parte, attraverso le associazioni, abbiamo un controllo 
continuo dei fiumi. Dall’altro, contribuiamo in maniera decisiva alla 
sicurezza ambientale del territorio”. 

“Si tratta di un lavoro di squadra – prosegue il presidente Ridolfi 
– perché, oltre al Consorzio e alle associazioni, sono coinvolte anche la 
amministrazioni comunali e le aziende dei rifiuti: quest’ultime, in 
particolare, si occupano di smaltire i rifiuti raccolti. Attualmente le 
associazioni attive nel recupero delle plastiche sono quelle presenti a 
Lucca, Piana di Lucca e Lunigiana. Contiamo di partire presto anche nelle 
altre aree del comprensorio, non appena avremo firmato protocolli d’intesa 
analoghi anche con le aziende dei rifiuti della Versilia, della Valle del 
Serchio e della Costa apuana”. 

“I risultati dell’iniziativa sono in effetti importanti – evidenzia 
Ridolfi – lungo i corsi d’acqua in cui procediamo periodicamente alla 
rimozione dei rifiuti, registriamo ogni mese una presenza di plastica sempre 
minore. I dati dimostrano che più i rii sono curati e puliti, meno vengono 
utilizzati da cittadini poco responsabili per conferimenti non corretti di 
sacchetti e quant’altro. Si attiva in pratica come un circolo virtuoso: 
maggiore è la responsabilizzazione dei cittadini, maggiore è il decoro e la 
sicurezza del territorio”. 

Redazione
Redazione
Desk della redazione, con questo account pubblichiamo comunicati stampa, eventi e notizie di carattere regionale e nazionale
News feed
Notizie simili