giovedì 18 Luglio 2024

Grande successo per l’Agorà della salute

A Mulazzo un convegno sul futuro della sanità lunigianese e oltre duecento prestazioni erogate gratuitamente

Grande successo per ‘Agorà della salute 2024 – La salute in piazza’, assieme ad ‘Afa day 2024’, organizzato a Mulazzo dalla Società della Salute Lunigiana, nell’ambito del progetto Cantieri della Salute di Regione Toscana e Anci Toscana e coordinato da Federsanità ANCI Toscana, con il supporto tecnico di Sociolab.

L’intera giornata è stata pensata e realizzata per favorire la partecipazione e il confronto su importanti tematiche di salute da parte dell’intera comunità, al fine di migliorare la conoscenza e i percorsi d’accesso dei servizi sociosanitari del territorio. Al convegno sulle sfide e le opportunità del territorio della Lunigiana hanno partecipato Giacomo Corsini, direttore sanitario Azienda Usl Toscana nord ovest, Laura Guerrini, direttrice dipartimento servizi sociali Azienda Usl Toscana nord ovest, Marco Formato, direttore della Società della salute della Lunigiana, Paolo Bestazzoni, presidente del comitato di partecipazione della Lunigiana.

Il convegno è stato molto seguito, ha evidenziato fragilità, ma anche peculiarità della Lunigiana. Giacomo Corsini ha affrontato il tema della sanità territoriale, evidenziando caratteristiche della Casa della salute e della Casa di Comunità, con gli interventi pensati per il futuro, ma anche i punti deboli del sistema. La relazione di Laura Guerrini, direttrice dipartimento servizi sociali Azienda Usl Toscana nord ovest, era dedicata ai nuovi bisogni socio sanitari, partendo dall’aumento delle famiglie fragili, fino alla dignità del persone, sempre da tutelare, mentre Marco Formato, direttore della Società della salute della Lunigiana ha parlato di inclusione e della nostra comunità, ricca di relazioni forti. Per finire l’intervento di Paolo Bestazzoni, presidente del comitato di partecipazione della Lunigiana, che ha posto l’attenzione su quanto possa offrire, come contributo, il terzo settore nella programmazione socio sanitaria territoriale, per superare la frammentazione dei servizi.

Era presente anche Serena Spinelli, assessore regionale alle politiche sociali, all’edilizia residenziale pubblica e alla cooperazione internazionale. “Il territorio risponde alle fragilità – ha detto – e sul territorio ci sono risorse come i volontari. Bisogna uscire dalle logiche solo di prestazioni sanitarie, per fare capire alle persone che vogliamo prenderci cura di loro”.

Ha portato un saluto Simone Bezzini, assessore al diritto alla salute e alla sanità della Regione Toscana. “Far circolare le informazioni è necessario per fare scelte adeguate – ha detto -, come è necessario un confronto e la conoscenza di una materia complessa e fondamentale come la sanità. Ottima quindi l’organizzazione di una giornata come questa, tra amministrazioni, comitati di partecipazione, associazioni, per la prevenzione e la tutela della salute dell’individuo e della collettività”.

“Siamo stati contenti di aver ospitato l’evento – ha commentato Claudio Novoa, sindaco di Mulazzo -, una giornata dedicata alla prevenzione, utile per i cittadini che hanno anche potuto conoscere percorsi socio sanitari e servizi e sottoporsi a screening gratuiti. I servizi che abbiamo sul territorio sono importanti, ma occorre fare di più e la presenza di due assessori regionali è stata utile al confronto: un territorio come la Lunigiana merita maggiore attenzione, soprattutto per le persone fragili e anziane. Aspettiamo le risorse per la telemedicina, un collegamento coi poli universitari, per ridurre le distanze. Non dimentichiamo l’importanza del volontariato, ma non solo in fase di emergenza”.

Durante la manifestazione è stato allestito il ‘Villaggio della salute’ con stand dei servizi socio sanitari della Zona SdS Lunigiana e Azienda USL Toscana nord ovest. I cittadini sono riusciti a conoscere al meglio i servizi offerti dalla Sds, e hanno usufruito gratuitamente di alcuni esami come la misurazione dei parametri vitali, stick glicemico, colesterolo, trigliceridi, test di Findrisc, spirometria, ecografia tiroide e tronchi sovraortici, elettrocardiogramma, scanner mani per bambini, consulenza ortottica, dermatologica, nutrizionale e odontoiatrica.

In particolare sono state erogate oltre 250 prestazioni, tra le più richieste le ecografie, elettrcardiogramma, visite dermatologiche e stick glicemici e del colesterolo. I medici hanno riscontrato anche alcune anomalie, tanto che alcuni pazienti sono stati indirizzati verso visite specialistiche.

“L’Agorà della salute – ha commentato Marco Formato -, la piazza con i nostri servizi, è stata particolarmente partecipata da cittadini e rappresentanti delle istituzioni. Siamo molto soddisfatti di aver erogato prestazioni sanitarie e di aver fatto conoscere i servizi aziendali e della Sds a Mulazzo, che ha messo a disposizione infrastrutture e personale di supporto. L’occasione mi è gradita per ringraziare il sindaco di Mulazzo, gli operatori della SdS per essersi impegnati per la buona riuscita della giornata. La presenza degli assessori regionali  è stata particolarmente apprezzata perché manifesta la vicinanza ai territori della Lunigiana”.

Quest’anno, a cura di Federsanità, Anci Toscana e Sociolab era in programma anche la ‘Bussola dei servizi’, un gioco di ruolo: una sorta di simulazione di presa in carico pensata per fare informazione sui servizi territoriali, ma anche per promuovere l’incontro con i referenti dei servizi in un contesto di gioco rilassato e informale.

Gli istruttori Afa, Attività fisica adattata hanno poi fornito dimostrazioni e guidato una passeggiata al laghetto di Maserino. L’evento è stato organizzato in collaborazione con Lions Pontremoli-Lunigiana, Lions club satellite Le Stele, Alfa Victor e Circolo Anspi San Giuseppe.

Articoli Simili