27 Febbraio 2024, martedì
8.6 C
Fivizzano

Spaccia cocaina nascosta dentro una sigaretta elettronica: un arresto e due denunce

Un mirato servizio antidroga effettuato nel pomeriggio del 18 gennaio 2024 nel quartiere umbertino dagli uomini della Squadra Mobile spezzina, ha consentito di trarre in arresto per spaccio di sostanze stupefacenti un cittadino straniero e di denunciare in stato di libertà due cittadini italiani per il reato di favoreggiamento personale.

Gli agenti della Sezione Antidroga avevano appena iniziato ad osservare con attenzione una coppia di cittadini italiani che si aggirava in modo circospetto nel quartiere umbertino quando, in via Roma, è avvenuto l’incontro con un cittadino straniero. 

Dopo una breve trattativa, uno dei due italiani ha consegnato una somma di denaro allo straniero, ricevendo in cambio un piccolo involucro risultato successivamente essere cocaina. 

Immediato l’intervento degli agenti ha bloccato tutti e tre gli individui.

Il cittadino italiano che aveva materialmente ricevuto la dose di cocaina, ha tentato di disfarsene gettandola a terra, ma è stato visto dagli operatori della Squadra Mobile che l’hanno recuperata prontamente.

Lo spacciatore, un ventitrenne cittadino straniero regolare sul territorio nazionale, incensurato, a seguito di perquisizione è stato trovato in possesso sia dei soldi ricevuti in pagamento della dose ceduta, che di altre 8 “buste” di cocaina pronte per essere spacciate. La droga era stata nascosta all’interno di una sigaretta elettronica, artatamente svuotata dal pacco batteria e dove era stato ricavato un insospettabile nascondiglio occulto, utilizzato per nascondere lo stupefacente.  All’interno dell’abitazione perquisita veniva rinvenuta la somma complessiva di circa 2.500 euro, ritenuta essere provento dell’attività illecita. 

Entrambi gli italiani, sentiti a verbale in ordine all’azione di spaccio appena riscontrata, hanno negato i fatti accaduti sotto gli occhi degli investigatori e, pertanto, sono stati denunciati alla Procura della Repubblica per il reato di favoreggiamento personale. 

All’acquirente della dose di cocaina è stata contestata anche violazione di illecito ai sensi dell’art. 75 del Testo Unico delle Leggi in Materia di Sostanze Stupefacenti (D.P.R. 309/90), che sanziona in via amministrativa chi fa uso non terapeutico di droghe. 

Lo straniero, stante la flagranza del reato, è stato tratto in arresto e posto in regime di detenzione domiciliare presso la propria dimora.

La posizione dell’arrestato – al quale viene contestato il reato di spaccio e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti – è ora al vaglio del sostituto Procuratore della Repubblica Claudia Merlino e poi del Giudice del Tribunale della Spezia, per una puntuale analisi delle sue condotte e responsabilità. L’udienza di convalida, svoltasi alle ore 11.30 di ieri ha previsto la convalida dell’arresto, della perquisizione e del sequestro oltreché prevedere la confisca del denaro e dello stupefacente.

In ultimo la persona è stata assoggettata alla misura dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria.

Diego Remaggi
Diego Remaggihttp://diegoremaggi.me
Direttore e fondatore de l'Eco della Lunigiana. Scrivo di Geopolitica su Medium, Stati Generali e Substack.
News feed
Notizie simili