23 Febbraio 2024, venerdì
7.9 C
Fivizzano

Sabato a Fivizzano c’è il Festival delle Alpi Apuane

Arriva sabato a Fivizzano la serata della seconda edizione del Festival delle Alpi Apuane, condotta da Clara Mallegni, un evento che ha, tra i suoi intenti, favorire l’individuazione di talenti musicali emergenti e di agevolarne la carriera musicale.

Alessandro Di Dio Masa, direttore artistico del festival, ha spiegato durante la conferenza stampa di presentazione: “Prima il festival era a Carrara, ma siamo contenti di poterlo portare a Fivizzano grazie al Sindaco e all’assessore che hanno subito sposato questa iniziativa. Crediamo che la musica sia una forma d’arte importante, un arricchimento da custodire e preservare”.

Alla competizione musicale, la cui partecipazione non ha alcun costo, sono arrivate iscrizioni da tutta Italia, almeno 100, ma solamente 19 sono i finalisti (scelti da una giuria di Roma) che si contenderanno il premio selezionati da una commissione formata da: Massimo Martelli, Roberto Sironi, Alberto Quartana, Federica Olivieri e Francesca Nobili.

“Non è stato facile reperire i fondi – sottolinea Masa -, ma grazie all’interessamento dell’Amministrazione ci siamo riusciti e abbiamo anche messo in cartellone Gaudiano, il vincitore di Sanremo Giovani 2021 e lo abbiamo collegato al premio Stradella”.

Il Sindaco Gianluigi Giannetti: “Devo ringraziare prima di tutto il nostro assessore Francesca Nobili che ha creato un’estate di eventi molto interessante e ritengo che valorizzare i ragazzi che hanno la musica come passione sia molto importante, per loro potrebbe diventare un lavoro e siamo contenti di dare questa possibilità”.

Francesca Nobili, assessore alla Cultura del comune di Fivizzano ha aggiunto: “Grazie ad Alessandro, che ho conosciuto in una giornata dedicata alla scuola, è nata un’amicizia da cui poi siamo arrivati a portare il festival a Fivizzano. I partecipanti sono arrivati da tutta Italia e per noi non significa soltanto promuovere la musica ma anche indirettamente il nostro territorio. Siamo riusciti a dare una priorità alla cultura e al turismo riscoprendo anche quello che è il nostro passato, valorizzando i nostri personaggi più conosciuti e durante il festival lo faremo con il premio dedicato ad Alessandro Stradella, compositore la cui famiglia proveniva proprio da Fivizzano”.

Il festival è ad ingresso gratuito, ma sarà importante prenotarsi per via delle normative anti Covid. Maggiori informazioni qui.

Diego Remaggi
Diego Remaggihttp://diegoremaggi.me
Direttore e fondatore de l'Eco della Lunigiana. Scrivo di Geopolitica su Medium, Stati Generali e Substack.
News feed
Notizie simili