Non Una di Meno La Spezia: “Ricostruiremo la Zona Fuxia”

Dopo la rimozione delle immagini in memoria delle vittime di femminicidio, un’istallazione creata dal gruppo Non Una di Meno La Spezia nella scalinata di via del Toretto, le attiviste lanciano una mobilitazione per riscostruirla e invitano le persone interessate ad unirsi a loro lunedì 8 novembre alle ore 18.

“La distruzione della Zona Fuxia – scrive in una nota Non Una di Meno La Spezia – ha lasciato tutt3 pietrificat3, abbiamo ricevuto una marea di solidarietĂ  e vicinanza da cittadin3, amic3 lontan3 e chi ci segue sui social.
Invitiamo tutte, tutt3 e tutti che hanno espresso solidarietĂ , che hanno condiviso i post e ci hanno contattat3 privatamente a raggiungerci alla Zona Fuxia per ricostruirla tutt3 insieme! Per far vedere che non abbiamo paura, che paura la deve avere chi ha distrutto tutto, perchĂ© noi saremo tant3 e arrabbiat3. L’appuntamento è per lunedì 8 novembre, ore 18 in via del Torretto davanti alla scalinata, la prima tappa di un mese ricco di eventi e iniziative contro la violenza maschile sulle donne, la violenza di genere e dei generi.

Dopo il vile attacco subìto abbiamo deciso di non lasciare correre, quello spazio è troppo importante, si tratta di un memoriale ma anche un muro di lotta e di rivendicazione, un luogo sicuro di tutt3 e per tutt3. Ogni volta che abbiamo preparato il materiale per la Zona Fuxia abbiamo letto i nomi, l’etĂ , le storie, i luoghi in cui vivevano le donne uccise dalla violenza maschile e il ruolo che il loro assassino aveva nelle loro vite, ci siamo anche scontrate con la narrazione tossica con la quale media nazionali e locali raccontano la violenza, ma tutto questo non ci ha fermate, ci siamo concesse il tempo per salutarle e per piangerle, lunedì saremo pront3, saremo alla zona fuxia tutt3 insieme. Non Una di Meno significa non una in meno tra di noi, viva, libera e felice!”.

Lascia un commento
Total
13
Share
it_ITItalian