23 Febbraio 2024, venerdì
7.9 C
Fivizzano

Mastrini: per la raccolta differenziata venga applicato a pieno il contratto con Idealservice

“L’introduzione del servizio di raccolta differenziata porta a porta ha rappresentato un vero e proprio cambiamento per i nostri comuni”. Lo dichiara il sindaco di Tresana Matteo Mastrini, che prosegue: “È giusto rilevare che passare dal 29% all’ 80%, per un piccolo comune come Tresana, sia un risultato di riguardo.
È altrettanto giusto considerare come alcune delle condizioni stabilite al momento dell’arrivo di Idealservice in Lunigiana siano venute meno.
Anzi tutti gli ecovigili, all’inizio un esercito, sono diventati pochi, a scapito dei controlli sul territorio.
Le foto trappole, che dovrebbero essere numerose, sono presenti in scarsa quantità ed infatti vengono spostate da un comune all’altro facendo mancare il loro apporto quando serve.
Che dire poi della tariffa puntuale, la leva che avrebbe dovuto consentire alle famiglie di spendere meno e che invece non è stata introdotta.
Sono ben tre i cardini che dovrebbero reggere l’infrastruttura: tariffa, puntuale, ecovigili, foto trappole.
Senza queste basi il servizio di raccolta e smaltimento è destinato a costare troppo, essere poco efficiente, mancare di controlli.
Cose che ho rilevato spesso, ma che evidentemente non interessano abbastanza a chi dovrebbe modificare il servizio
Il rifiuto per ora non è visto come una risorsa e vorrei sapere, quando sono state fatte queste scelte, se si è valutato quanto il sistema fosse sostenibile.
Aggiungo che il nostro comune è pulito, che l’introduzione della raccolta differenziata porta a porta e dello spazzamento hanno reso Tresana, per la prima volta, pulita.
Questo però non basta e serve guardare altrove per capire quello che manca.
La raccolta differenziata in Alto Adige, per esempio, potrebbe essere un modello da seguire: contenitori ermetici che evitano ogni tipo di percolato ed odori in qualsiasi condizione climatica. Apertura dello sportello solo tramite card personale. Ogni famiglia paga solo per quello che produce”.

News feed
Notizie simili