martedì 25 Giugno 2024

L’Unitalsi di Massa cerca volontari e il presidente fa il punto sull’attività dell’Associazione

La sottosezione di Massa dell’Unitalsi acronimo di  Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali ha aperto le adesioni per la ricerca di nuovi volontari, anche giovani alla prima esperienza, da inserire nel proprio organico e per fare un’esperienza di aiuto e servizio alle persone ammalate, anziani e disabili.
Unitalsi dal 1903 è alimentata dall’operosità gratuita di volontari che si impegnano per organizzare, accompagnare, assistere durante i pellegrinaggi le persone con disabilità, malate, anziane o bisognose di aiuto. Il pellegrinaggio è l’esperienza di carità che accompagna il loro agire quotidiano per essere sostegno, vicinanza e solidarietà nella vita di ogni giorno. Per questo non solo è un’associazione di Chiesa, ma è anche un’associazione di promozione sociale nonché organizzazione di volontariato facente parte del Servizio nazionale della protezione civile.
Sorelle, barellieri, famiglie, operatori sanitari, giovani, sacerdoti, persone con disabilità, benefattori sono tutte le anime che muovono e danno senso all’Associazione. A Massa Carrara per intensificare l’attività cerca volontari. E il presidente della Sottosezione Germano Mutti oltreché a lanciare un appello fa il punto.
“Sono molti i programmi che la sottosezione di Massa sta seguendo – spiega il suo presidente Germano Mutti – e non sono solo pellegrinaggi nei santuari mariani. Siamo attivi con svariate iniziative a livello nazionale e anche locale: siamo presenti negli ospedali con la “terapia del sorriso”; abbiamo case di accoglienza, dove sono ospitate le famiglie, i bambini malati sottoposti a cure e interventi; case vacanza attrezzate per anziani, bambini e disabili; prestiamo assistenza ai minori con situazioni di grave disagio famigliare indicate dal tribunale. Grazie ad una campagna chiamata “cuore di latte” – continua il presidente Mutti –  realizziamo progetti nel mondo, come la costruzione di una scuola in India, di case di accoglienza per bambini disabili in Congo e in Terrasanta e di una clinica chirurgica pediatrica in Palestina.”
Intensa anche l’attività a livello locale. “A livello locale – precisa ancora Mutti –  oltre ai pellegrinaggi, organizziamo giornate di fraternità con gli ammalati, nelle case di riposo, nei centri per disabili, prestiamo assistenza alle famiglie di bambini ricoverati all’Ospedale del Cuore, distribuiamo pasti ai poveri e tanto altro ancora grazie all’impegno dei nostri volontari.”
A questo punto il responsabile della Sottosezione Unitalsi di Massa lancia un appello: “per svolgere al meglio le molteplici attività e per programmarne altre ancora, ci manca sempre un aiuto anche quando siamo tanti. Le necessità sono molte e a volte facciamo fatica a garantirle tutte. Per questo stiamo cercando persone che mettano a disposizione qualche ora del proprio tempo per rendersi disponibili a portare avanti le nostre azioni. Ci rivolgiamo soprattutto ai giovani, i quali possono fare molto anche a favore di tanti loro coetanei disabili per accompagnarli nelle più svariate iniziative: un aperitivo, una festa in pizzeria o, perché no, in discoteca. I volontari giovani sono una grande risorsa. L’Unitalsi ha da sempre il proposito di sensibilizzare i volontari anche al di fuori del semplice pellegrinaggio, affinché portino la loro esperienza nella vita di tutti i giorni.”
In cantiere un  importante progetto. “Nei progetti della nostra associazione è molto pressante quello di creare un nuovo gruppo di giovani impegnati nel volontariato, su cui fare affidamento anche in futuro per proseguire le attività di tutti i giorni, per contribuire all’incremento delle attività a favore dei più bisognosi e per elaborare nuove iniziative al servizio degli altri. Mi preme sottolineare che il   prossimo 4 e 5 maggio la nostra città ospiterà le Reliquie di Santa Bernardette. Le reliquie della veggente di Lourdes arriveranno nel pomeriggio di sabato 4 maggio alle ore 15 nella chiesa di San Pio X e vi resteranno fino alle ore 20, per poi spostarsi al Santuario dei Quercioli per la veglia di preghiera prevista per le ore 21 dove resteranno anche nella mattina di domenica 5 maggio. “
Il Presidente termina dicendo che “ chi desideri  informazioni sul volontariato e sulle iniziative, è possibile  contattarmi  al  cellulare 3356834188. Mentre attendo. Grazie”
In foto: destra, il presidente Mutti con un ammalato; sinistra, gruppo Unitalsi
 

Articoli Simili