26 Febbraio 2024, lunedì
6.4 C
Fivizzano

Lavori edili a rischio e pagamenti in nero, sanzioni e denunce a La Spezia

Militari del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro della Spezia, unitamente ad Ispettori civili della Direzione Territoriale del Lavoro, e ai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di La Spezia, a conclusione di verifiche ispettive avviate nei primi giorni dell’anno a carico di due ditte edili impegnate nei lavori di ristrutturazione di uno stabile nel quartiere della Migliarina, hanno denunciato presso la locale Autorità Giudiziaria due imprenditori e comminato varie sanzioni di carattere pecuniario.

Al responsabile della prima ditta, con sede in Toscana ed affidataria dei lavori, è stata contestata la violazione penale per aver omesso la redazione del piano operativo di sicurezza e per non aver provveduto a sottoporre a visita medica i lavoratori. Al responsabile della ditta emiliana, esecutrice invece delle opere connesse al rifacimento delle facciate dell’immobile, oltre alle medesime violazioni già contestate al collega, sono state inoltre rilevate infrazioni afferenti la formazione dei lavoratori e la mancata fornitura dei previsti dispositivi di protezione individuale (i noti d.p.i.) agli operai impegnati nei lavori in quota sui ponteggi, che all’atto del controllo erano in fase di allestimento.

Tra la prima e la seconda ditta, infine, sono state documentate illecite somministrazioni di manodopera e sono emerse situazioni di lavoro nero che, per la ditta emiliana, ha comportato l’adozione del provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale.
Per talune violazioni relative alla sicurezza sui luoghi di lavoro e l’impiego di manodopera a nero, complessivamente, sono state comminate ammende per 51.000 euro circa e sanzioni amministrative per 14.000 euro.

Il cantiere era stato segnalato a militari dell’Arma poiché alcuni di quegli operai, recentemente, erano stati notati lavorare sui ponteggi in situazione di estremo pericolo, cioè senza caschi protettivi e senza che nella struttura che stavano erigendo fossero state posizionate le previste barriere anti caduta e i previsti dispositivi di sicurezza. L’inosservanza delle disposizioni in materia di sicurezza sul lavoro sono spesso concausa di gravi infortuni sul lavoro. Al riguardo è costante la sinergia dell’Arma e della Direzione Territoriale del Lavoro.

Diego Remaggi
Diego Remaggihttp://diegoremaggi.me
Direttore e fondatore de l'Eco della Lunigiana. Scrivo di Geopolitica su Medium, Stati Generali e Substack.
News feed
Notizie simili