giovedì 13 Giugno 2024

La Spezia: due taccheggiatori fermati a Le Terrazze

Nel pomeriggio di ieri, presso il centro commerciale Le Terrazze, il personale addetto alla vigilanza ha notato il comportamento sospetto di due giovani, che si aggiravano tra gli scaffali in cui sono esposti i capi di abbigliamento, quelli di ferramenta e gli articoli per la casa. Senza perderli di vista, anche grazie al sistema di videosorveglianza, gli addetti alla sicurezza hanno allertato, tramite il 112, la centrale operativa della compagnia dei carabinieri della Spezia che proprio nello stesso centro commerciale, al piano superiore, aveva una pattuglia impegnata nei controlli sul corretto uso del green pass da parte degli utenti di un locale.

Messisi in contatto e coordinatisi con la vigilanza, i carabinieri, scesi in subito all’ingresso della struttura, sono riusciti a cogliere in flagranza i due che stavano ormai uscendo tranquillamente dal negozio dopo aver oltrepassato le casse senza pagare nulla. Al primo controllo del carrello sono saltate fuori un paio di pinze rubate dagli scaffali del comparto ferramenta e due placche antitaccheggio manomesse e spezzate, presumibilmente utilizzando l’utensile stesso. I carabinieri hanno deciso allora di perquisire i due giovani e, sotto i loro abiti, hanno rinvenuto tre giubbotti di marca, due dei quali privi dei dispositivi antitaccheggio.

La successiva visione delle registrazioni ha permesso di documentare il loro modus operandi, confermando che, dopo essersi impossessati delle pinze, avevano rotto il sigillo antitaccheggio.

La merce rubata, per un valore complessivo di 600 euro circa, è stata restituita al titolare del negozio. I due sono invece stati condotti in caserma dichiarati in arresto per furto aggravato in concorso.

Si tratta di due cittadini nordafricani, rispettivamente di 22 e 24 anni, entrambi senza fissa dimora sul territorio nazionale, uno dei quali con un mandato di espulsione e precedenti per reati contro il patrimonio e stupefacenti.

Dopo aver trascorso la notte presso le camere di sicurezza del comando provinciale dei carabinieri, stamattina i due arrestati sono comparsi in Tribunale dinanzi al gip, che ne ha convalidato l’arresto, disponendo il divieto di dimora nella provincia della Spezia.

Articoli Simili

Verified by MonsterInsights