mercoledì 17 Luglio 2024

Istituita una nuova sezione Associazione contro le leucemie Ail a Carrara

Oggi cerimonia evento all’Ospedale Unico Apuano  per i 50 anni Ail

L’Associazione Italiana contro le leucemie e linfomi, meglio nota come A.I.L., oggi  compie 50 anni ed anche a Massa Carrara sono previsti grandi festeggiamenti per questo evento. L’Ail Apuana è retta dal dottor Ezio Szoreneyi nefrologo, internista, tossicologo. Per anni è stato il primario dell’Unità operativa di Nefrologia della nostra Asl ma  soprattutto uno dei professionisti che  sotto la direzione del compianto professor Marcello Bechini, Primario della Divisione di Medicina Generale dell’ospedale, fu uno dei creatori e sostenitori della Medicina Nucleare, Centro di emodialisi ed altro stiamo parlando degli anni ’70 quando tutte queste specialità erano agli albori ma Sereneyi le ha rese operative.
Oggi al piano terra del Nuovo ospedale delle Apuane in viale Mattei con inizio ore 11 promossa dall’Ail  unitamente al Liceo Artistico “F. Palma” Massa e all’Istituto Professionale per l’Industria e l’Artigianato del Marmo “P. Tacca” Carrara, sarà inaugurata  la mostra “Il Dono e l’Amore” cui seguirà un concerto degli allievi del Liceo Musicale di Massa. Si tratta di opere realizzate da studenti vincitori della Borsa di Studio Marida Dazzi nel corrente anno che  saranno esposte  le opere realizzate dagli studenti del Liceo Artistico “F. Palma” Massa e dall’Istituto Professionale per l’Industria e l’Artigianato del Marmo “P. Tacca” Carrara e rimarrà aperta fino all’8 marzo.
“L’A.I.L. di Massa Carrara – dice il presidente Sereneyi –  si è costituita nel 1999 per mia iniziativa. Fin dall’inizio la sezione di Massa Carrara ha attirato molti volontari che hanno partecipato alla crescita dell’associazione che in particolare assiste i pazienti affetti da malattie del sangue ed i loro familiari per affrontare al meglio il percorso di malattia. Credevo di avere avuto nei primi 30 anni di attività ospedaliera una esperienza importante di fronte alla sofferenza di pazienti che mi venivano presentati e ai quali cercavo di dare il massimo del mia professionalità sia nel reparto di Medicina sia nel “reparto dialisi” dove dal 1969 ho assistito decine di pazienti legati ad una macchina per sopravvivere e portati purtroppo non Per tutti al traguardo del trapianto di rene e quindi ad una vita migliore riuscendo ad ottenere questo risultato. Dal 1996 come Coordinatore Locale Donazione e Trapianto di Tessuti e Organi avevo già visto parlando del problema della donazione come la gente aveva bisogno di capire il senso di solidarietà e di volontà di aiutare chi si trovava di fronte alle malattie e sopratutto di malattie gravi per le quali non bastava trovare medicine adatte ma anche un aiuto di ascolto e di vicinanza che solo con attività di volontariato si può fare. Per tutto questo organizzare un’attività di volontariato in aiuto a chi veniva colpito da malattie gravi come le Leucemie e i Linfomi mi è  parso quasi doveroso visto che nella nostra provincia mancava”.
“Molta attenzione da parte dell’associazione  – continua il responsabile Ail – al mondo della scuola, con l’istituzione di una Borsa di studio annuale in memoria di “Marida Dazzi” rivolta agli studenti della scuola secondaria di 2° grado e di un progetto anche questo annuale “Un battito d’Ali” che vede coinvolti la scuola secondaria di 1° grado. Ormai sono diventati una tradizione ed hanno prodotto eccellenti risultati da parte degli studenti che si sono sempre distinti nel produrre elaborati e opere di vario tipo (disegni e sculture) sempre attinenti agli argomenti in riferimento alle problematiche a volte difficili delle malattie ematologiche  (Leucemie – Linfomi e Mieloma)”.
Sereneyi ricorda che “nel 2009 nel decennale è stata rafforzata la collaborazione con l’U.O. di Oncoematologia diretta dal Dr. Cantore e poi dal Dr. Mambrini prima suo collaboratore e poi suo sostituto.  La sezione di Massa Carrara ha provveduto già ad istituire Borse di studio per medici ematologi, recentemente  ha finanziato una borsa di studio annuale per un Medico Specialista in Oncoematologia. Tali finanziamenti sono possibili grazie alla collaborazione dei volontari A.I.L. non solo della zona di Massa e Carrara ma anche della Lunigiana, durante  le raccolte fondi delle due manifestazioni a livello Nazionale quali: “Ogni malato di leucemia ha la sua buona stella – Stelle di Natale” e “Diamo una mano alla ricerca: Uova di Pasqua”.
Sempre nell’ambito delle manifestazioni per i 50 anni della costituzione dell’AIL Nazionale (fondata nel 1969 dal Prof. Mandelli) l’A.I.L. di Massa Carrara sarà presente col Presidente e alcuni volontari all’udienza del Papa che si terrà il 2 Marzo 2019 a Roma. Il 21 giugno 2019, Giornata Nazionale A.I.L., infine tutti i Presidenti delle Sezioni provinciali saranno ricevuti dal Presidente della Repubblica al Quirinale”.

Articoli Simili